La giornata di Serie B: Cagliari-Cesena per il primato

La settimana giornata di Serie B può cambiare seriamente la struttura che la classifica, molto corta, ha costruito fin’ora. Nessuno, al momento, può permettersi un passo falso se vuole mantenere il vantaggio, ma chi sta nella parte bassa non può permettersi di cadere ancora. Ecco le sfide, calde ed appassionanti, che accenderanno la Serie B.

genoa
Fonte: Laura Rossetti

Vicenza-Crotone vede difronte due squadre che nelle ultime cinque giornate non hanno conosciuto sconfitta; e sono divise da soli tre punti in classifica. Secondo posto per il Crotone, settimo a pari merito per il Vicenza, per confermare l’equilibrio del campionato. Juric dovrà fare a meno di Tounkara, ma potrà contare su tutto il resto della rosa, Marino, invece, recupera Vigorito trai pali. Le formazioni dovrebbero essere quelle già annunciate ed il match uno dei più belli della giornata.
Pro Vercelli-Novara vede affrontarsi due squadre in difficoltà, almeno in questo avvio. Entrambe cercheranno punti per abbandonare, almeno per un giorno, la zona calda della classifica. La Pro Vercelli, che viene dal terzo k.o. di fila, vuole uscire dalla crisi, anche se non è facile farlo in un derby. Dall’altra parte, il Novara, ultimo in classifica, potrà contare sul bomber Galabinov, che ha rifiutato la chiamata della Bulgaria pur di giocare il derby.
Cagliari-Cesena è il match clou della settima giornata. Due squadre in salute, che esprimono un ottimo calcio e si trovano al primo posto, a parimerito anche con il Crotone. Il Cagliari recupera Giannetti, ma dovrà far a meno di Munari, che si è fermato durante l’allenamento del venerdì. Drago, invece, avrà tanto da pensare a come sostituire Sensi, facendo anche i conti con le assenze di Valzania e Gasperi.
Bari-Lanciano vede i pugliesi arrivare alla sfida con il morale alle stelle, dopo la vittoria in rimonta sul campo del Latina. I Lanciano, invece, viene dal pareggio con lo Spezia e vuole cercare una vittoria che manca ormai da quattro partite. Davide Nicola ha dei dolci dubbi, su tutti Sansone o Rosina, e recupera Contini in difesa. D’Aversa, invece, potrà contare su una difesa impenetrabile, ma deve sperare che il suo attacco si svegli.
Como-Brescia è un altro match tra due squadre che stanno nella parta basse, ma che hanno la possibilità di fare un bel salto in classifica, ottenendo i tre punti. Entrambe le formazioni non hanno ottenuto la vittoria nell’ultima giornata, ma le rondinelle, a differenza dei lariani, sono riuscite a fare un punto, sebbene meritassero qualcosa in più, contro il Modena. Nessun particolare problema di formazione per i due tecnici, ma i comaschi potranno tornare a contare sul fattore campo, visto che il Sinigaglia ha avuto l’ok definitivo sull’agibilità.
Livorno-Avellino è una sfida tra due squadre dal grande potenziale, che però hanno avuto vari problemi, specialmente nelle ultime uscite. Se le ultime due partite, entrambe perse, per il Livorno sono frutto sostanzialmente delle assenze dei giocatori chiave, quella dell’Avellino sembra essere il frutto della troppa fiducia in sé stessi. Panucci avrà tanti, forse troppi, problemi di formazione. Oltre a Emerson, che non ha ancora iniziato la sua stagione, saranno assenti, per infortunio, Vantaggiato, Fedato e Vjushi, mentre Maicon e Calabresi hanno dovuto rispondere alla convocazione delle rispettive Nazionali. Nessun assente, al momento, per Tesser, che potrebbe tornare al vecchio modulo. L’Avellino nelle sue uscite al ‘Picchi’ non ha mai subito gol, vincendo, però, soltanto una volta per 1-0, lo scorso anno.
Modena-Latina vede difronte due squadre che non riescono a prendere il ritmo, ma riescono comunque a mantenersi, ad un punto una dall’altra, al centro della classifica. Crespo ha mostrato di aver dato un’identità ai gialloblù nell’ultima uscita contro il Brescia e non ha problemi di formazione. Iuliano, invece, dovrà far a meno di Dumitru.
Perugia-Virtus Entella sono a pari punti in classifica, ed hanno un andamento di risultati simile. Bisoli dovrà rinunciare, sicuramente, a Salifu e Taddei, mentre Spinazzola e Di Carmine hanno lavorato a parte, ma il loro impiego è quasi impossibile. Nessun problema particolare per il tecnico dei liguri.
Salernitana-Trapani è la sfida tra due squadre in grado di poter far risultato su tutti i campi. Torrente, però, ha problemi di formazione. Saranno, infatti, assenti Colombo e Franco, che in questo avvio sono stati i terzini titolari. Mancherà all’appello anche Eusepi. Cosmi, invece, dovrà far a meno della tecnica del brasiliano Sodinha.
Spezia-Ternana è il testa-coda della giornata. Al ‘Picco’ lo Spezia vuole confermare la sua striscia vincente, mentre la Ternana vorrà dar continuità alla vittoria ottenuta la scorsa giornata, abbandonando così la scomoda ventesima posizione.
Ascoli-Pescara è la sfida tra due squadre che potrebbero fare di più. Anche se i padroni di casa si trovano esattamente nella posizione auspicata da società e tifosi. Nessun problema, ma qualche dubbio forse sì, di formazione per i due tecnici, che sono determinati a far suo il derby.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *