Serie B, Como-Cagliari 1-1: il sardi restano al secondo posto

Inizia il 37° turno di Serie B. Il Cagliari vola in Lombardia e schiera il classico 4-4-2: Storari tra i pali. Difesa con Balzano, Ceppitelli, Capuano e Murru. Centrocampo con Tello, Fossati, Deiola e Munari. Tandem d’attacco composto da Giannetti e Sau. All. Rastelli. Risponde il Como con un 3-5-2: Scuffet in porta. Difesa Casasola, Giosa e Ambrosini. Folto centrocampo con Cech, Cristiani, Bessa, Basha e Madonna. Attacco con Ganz e Lanini. All. Cuoghi.

Como
Fonte immagine: Boban475como

Dopo appena 7 minuti, il Cagliari si rende pericoloso con Munari: Deiola lancia il contropiede e serve Sau. L’attaccante scarica su Munari che colpisce in pieno la traversa. Subito dopo Sau prova un diagonale velenoso che sfiora il palo con Scuffet battuto. Al quarto d’ora anche Giannetti si iscrive al taccuino delle occasioni sprecate: il suo colpo di testa va di poco alto.

Finalmente si vede il Como al 20′: Storari è prodigioso su Lanini che impensierisce l’ex Juventus con un potente tiro rasoterra. Alla mezz’ora Basha ha qualche problema fisico di troppo ed è costretto a lasciare il campo, al suo posto entra La Camera. Al 42′ il Cagliari passa in vantaggio con Deiola: corner battuto perfettamente con il centrocampista che sbuca da dietro e trafigge il giovane portiere lombardo. 1-0 per i sardi che balzano in testa alla classifica. Un solo minuto di recupero e tutti negli spogliatoi.

Le formazioni tornano in campo senza stravolgimenti. Pronti, via e Bassa impegna l’estremo difensore rossoblu con un bel sinistro rasoterra. Il numero 1 si distende e a fatica devia in angolo. Al 55′ secondo cambio per i padroni di casa: Cech lascia spazio a Marconi. Dieci minuti dopo il Como trova il pari: bellissimo traversone di Bassa che trova puntuale l’intervento di Cristiani. 1-1 e il fanalino di coda infrange i sogni da capolista degli ospiti. Rastelli opta per una doppia sostituzione: fuori Munari e Sau e dentro Cinelli e Cerri.

Il neo entrato Cerri sfiora subito il gol con un ottimo colpo di testa su servizio di Balzano. Due minuti dopo miracolo di Scuffet: Giannetti, su corner di Fossati, prova una girata al volo. L’ex Udinese vola e sventa la minaccia, salvando il risultato. Di Gennaro rileva Fossati all’82’, ultimo cambio per Rastelli. Nei minuti di recupero resta pericoloso sempre e solamente Cerri: il giovane under-21 tenta una conclusione dalla linea di fondo. La botta è più insidiosa del previsto e viene deviata in angolo. Al triplice fischio è 1-1 e il Cagliari rimpiange l’occasione di poter agganciare il Crotone in testa alla classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *