Eredivisie: il Psv vince e vede la vetta. Pari tra Ajax e Feyenoord

Si conclude la dodicesima giornata di Eredivisie.

Fonte immagine: Knurftendans da wikipedia
Fonte immagine: Knurftendans da wikipedia

L’Ajax rallenta nel big match con il Feyenoord non andando oltre l’1-1. A Rotterdam, la capolista soffre, ma riesce a strappare un punto d’oro. Nel primo tempo ci sono solo i padroni di casa in campo. I biancorossi iniziano assediando l’area avversaria. I “lancieri” provano a rispondere, ma vengono schicciati nella loro metà campo. Nonostante le numerose occasioni, il goal del vantaggio arriva solamente al 40′ grazie a una bella conclusione di van Beek. Duplice fischio e risultato meritato. Nella ripresa, l’Ajax, alza la testa e prova a rimontare. Gli uomini di de Boer collezionano qualche buona azione, ma non si rendono realmente pericolosi. Al primo vero tiro insidioso, Klaassen pesca il pari all’ora di gioco. Lo schiaffo rivesglia un Feyenoord ferito, ma il colpo, anche se non mortale, viene accusato. Al triplice fischio gli ospiti posso esultare come se avessero conquistato una vittoria.

Dello scontro al vertice ne trae vantaggio il Psv che liquida l’Utrecht con un secco 3-1. I campioni d’Olanda, in casa, dominano per tutti i 90 minuti non concedendo nulla agli avversari. Pronti, partenza e 1-0 con Moreno che sigla il vantaggio a 2 giri d’orologio dal fischio d’inizio. Doccia fredda per gli ospiti che già vedono compromettersi un incontro difficile dal principio. Gli uomini di Cocu non mollano la presa, ma non riescono a trovare la strada del raddoppio. Nella ripresa accade quello che non ti aspetti: su un capovolgimento di fronte, Ramselaar punisce i biancorossi alla prima vera occasione. 1-1 e tutto da rifare per il club di Eindhoven. Il Psv si risveglia dal torpore e organizza subito il contrattacco. La gioia della rete dura solament e 10 minuti, infatti poco dopo Arias regala il 2-1. I padroni di casa, trovando più spazi rischiano il tris. Al 68′ Conboy effettua un intervento goffo su de Jong e l’arbitro decreta il rigore. L’attaccante dal dischetto sbaglia clamorosamente. Poco dopo, la punta, si fa perdonare mettendo il suo nome sul taccuino dei marcatori con il definitivo 3-1. La vittoria fa salire al secondo posto il Psv.

Le altre gare di Eredivisie: Vitesse-Az 0-2 (75′ Janssen, 78′ Henriksen), Cambuur-Groningen 2-2 (9′ e 13′ Barto (C), 52′ Kappelhof (G), 59′ Drost (G)), Zwolle-Heracles 1-1 (17′ Weghorst (H), 94′ Nijland (Z)), Nec-Graafschap 2-0 (32′ e 81′ su rig. Santos), Willem-Excelsior 2-3 (1′ Zivkovic (W), 3′ van Weert (E), 20′ Wuytens (W), 29′ su rig. Stans (E), 57′ van Mieghem (E)), Twente-Heerenveen 1-4 (6′ Slagveer (H), 40′ Otigba (H), 64′ Ziyech (T), 78′ aut. Andersen (H), 85′ Larsson (H)), Roda-Den Haag 1-1 (11′ van Hyfte (R), 41′ Haveenar (D)).

Classifica Eredivisie: Ajax 29, Psv 27, Feyenoord 26, Heracles 25, Vitesse 20, Nec 20, Zwolle 18, Groningen 18, Utrecht 16, Az 15, Excelsior 15, Heerenveen 14, Roda 14, Den Haag 12, Twente 9, Willem 7, Cambuur 7, Graafschap 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *