Eredivisie: l’Ajax mantiene i 3 punti sul Feyenoord. Ko Heracles

Archiviata anche la settima giornata di Eredivisie.

Fonte immagine: F.Eveleens da Wikipedia
Fonte immagine: F.Eveleens da Wikipedia

L’Ajax non si ferma e continua a vincere, mantenendo invariato il distacco dal Feyenoord secondo. Il modesto Groningen non può nulla contro la formazione della capitale che, all’Amsterdam Arena, si impone per 2-0. Gara abbastanza semplice, messa in cassaforte con una rete per tempo. L’avvio non è entusiasmante con i due club che si studiano e non si scoprono. Al primo vero affondo passano in vantaggio i padroni di casa. Alla mezz’ora Gudelj porta avanti i suoi superando facilmente il portiere Padt. Gli ospiti non si scompongono e non concedono spazio agli avversari. Nella ripresa, l’Ajax, addormenta il gioco, forte del vantaggio maturato nella prima frazione di gioco. Il Groningen è costretto ad aprirsi per recuperare e viene punito. All’80’ Fischer fa calare il sipario. 3 punti e primato che non corre pericolo.

Bene anche il Feyenoord che non lascia punti per strada e si francobolla alla capolista. 3 le lunghezze di distacco dalla vetta. A Rotterdam, i padroni di casa, vincono per 2-0 contro lo Zwolle. Anche qui nessun colpo di scena significativo. Nel primo tempo il gioco stenta a decollare soprattutto per i numerosi falli da parte degli ospiti che chiuderanno, la frazione, con 4 ammoniti. Nella ripresa il Feyenoord, più libero e meno pressato, riesce a sbloccare il match con Kuyt. L’ex Liverpool si sta rivelando essenziale per i biancorossi. Il goal libera la mente e sulle ali dell’entusiasmo, il club di Rotterdam, si divora 2 occasione buone per il raddoppio. A dieci dalla fine, Elia fissa il risultato sul 2-0. Secondo posto conquistato a scapito dall’Heracles che esce sconfitto da Alkmaar.

Riesce ad uscire vincitore anche il Psv, rischiando qualcosa in più rispetto ai diretti rivali. Ad Eindhoven, il Nec sfiora l’impresa e cade per 2-1. Primo tempo in pieno controllo della formazione allenata da Cocu. Le occasioni sprecate sono tantissime. Il vantaggio arriva solo al 40′ con De Jong, nuovamente a rete e certezza assoluta in attacco. Al ritorno in campo, gli ospiti iniziano in avanti e guadagnano un calcio di rigore: fallo ingenuo di Arias. Dal dischetto Santos porta il risultato in parità. Doccia fretta per il Psv che per i successivi 5 minuti sbanda clamorosamente e viene tenuto a galla da un fantastico Zoet. Il calcio è un gioco malvagio e basta un contropiede di Locardia a meno di un quarto d’ora dalla fine per decretare il 2-1 finale.

Gli altri risultati in Eredivisie: Twente-Roda 2-1 (25′ Oosterwijk (T), 29′ Mokotjo (T), 81′ Juric (R)), Den Haag-Excelsior 3-3 (7′ e 65′ Havenaar (D), 44′ e 62′ Auassar (E), 49′ Zuivellor (D), 81′ Kuwas (E)), Graafschap-Willem 2-2 (41′ e 43′ Falkenburg (W), 68′ su rig. Peters (G), 90′ Vermeij (G)), Az-Heracles 3-1 (15′ Henriksen (A), 17′ Gouweleeuw (A), 76′ Navratil (H), 81′ Tankovic (A)), Heerenveen-Vitesse 0-0, Utrecht-Cambuur 3-3 (26′ e 61′ Ogbeche (C), 52′ e 83′ su rig. Janssen (U), 69′ van de Streek (C), 72′ Barazite (U)).

Classifica Eredivisie: Ajax 19, Feyenoord 16, Heracles 15, Psv 14, Zwolle 14, Vitesse 11, Roda 11, Groningen 10, Nec 10, Utrecht 9, Az 8, Heerenveen 7, Den Haag 6, Willem 6, Twente 6, Excelsior 5, Cambuur 3, Graafschap 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *