Premier League, Burnley-Tottenham: il lunch match di Pasqua termina 0-0

I primi caldi in Inghilterra, si sa, fanno più danni che nel nostro Paese. Complice il tempo ed anche la sosta per la nazionali, Burnley-Tottenham si è conclusa senza reti. Nessuna delle due formazioni è riuscita realmente ad imporsi: la squadra di casa sta creando le proprie opportunità utilizzando velocissimi contrattacchi; la tattica della squadra ospite è, al contrario, la lenta costruzione del gioco. In ombra Kane che quasi un anno fa siglava il suo primo goal con gli Spurs.

Autore: Jameboy
Autore: Jameboy

E’ il Burnley a cominciare la partita con maggiore intensità, divorando l’occasione per andare in vantaggio già al sesto minuto. Danny Ings si prepara bene al tiro all’interno dell’area, calcia rasoterra al centro, ma il portiere avversario riesce ad intercettare il tiro senza troppe difficoltà. Ci provano ancora i Claret ad andare in vantaggio, questa volta con George Boyd, il quale riceve un lancio intelligente in profondità da Kieran Trippier che avrebbe potuto lanciarlo a rete, ma la difesa, messa bene, riesce a sventare il pericolo.

Gli Spurs reagiscono agli attacchi degli avversari con un Harry Kane non proprio in forma, colpa anche del raro clima caldo del Lancashire: l’attaccante si libera dai difensori e lascia partite un potente ma impreciso tiro dalla distanza; nessun problema per il portiere, poiché la palla termina abbondantemente a lato. Anche Paulinho va alla ricerca della giocata vincente, partendo in solitaria, ma il suo tentativo di contropiede viene abilmente fermato dai difensori avversari.

Anche nella ripresa è il Burnley a creare più occasioni e a gestire la partita. I Claret arrivano ancora ad un soffio dal vantaggio con Ashley Barnes, il quale controlla un pallone vagante fuori area e senza esitare calcia verso la porta. Il tiro non è molto preciso, indirizzato basso al centro ma sarebbe terminato in rete se Michel Vorm non fosse intervenuto con prontezza. Qualche minuto dopo è Kane ad avere un’occasione simile: il numero 18 raccoglie un passaggio all’interno dell’area per esplodere un tiro che viene splendidamente respinto dalla difesa avversaria.

La formazione di Sean Dyche ha forse la migliore occasione del match nel primo dei quattro minuti di recupero. Boyd piazza la palla con un morbido colpo di testa da dentro l’area verso la rete, ma la sua mira non è precisa: il pallone infatti termina di un soffio largo oltre il palo sinistro, lasciando i tifosi amareggiati per il mancato goal.
Con quest’azione termina il match, che regala un punto ad entrambe le formazioni. Piccolo passo in avanti per il Tottenham in vista Champions, portatosi al quinto posto con 54 punti e raggiungendo il Liverpool di Rodgers. Punto importante anche per il Burnley in piena corsa salvezza, che si porta ad una sola lunghezza dal Sunderland, diciassettesimo in classifica.

Ammonti: Trippier, Mee (B)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy