Premier League: l’Arsenal vince 1-2 sull’Aston Villa

Vittoria che vale la testa della classifica, per l’Arsenal di Arsène Wenger, ospite nella serata del monday night al Villa Park di Birmingham.

Jack Wilshere, Fonte: Ronnie Macdonald, Wikimedia Commons.
Jack Wilshere, Fonte: Ronnie Macdonald, Wikimedia Commons.

I pronostici davano favoriti i Gunners, che, delle ultime quattordici partite al Villa Park, ne avevano vinte sette e pareggiate sette, senza contare nemmeno una sconfitta, benché all’andata il risultato abbia incredibilmente favorito i Villans per 1-3. Non sono stati traditi: l’Arsenal vince, guidando con sicurezza soprattutto il primo tempo.

Prima occasione al 5′, con Sagna che indirizza un bel cross verso il centro dell’area, mentre Giroud salta ad indirizzarlo abbondantemente fuori dallo specchio della porta. Risponde l’Aston Villa al 13′: incomprensione in fase difensiva tra Monreal e Koscielny che favorisce Benteke, il quale piomba sul pallone e lo serve a Delph, che, da venti metri, fionda il pallone sul fondo. Episodio sfortunato al 15′ per il povero Baker, che, frapponendosi tra la propria porta ed una violentissima conclusione di Gnabry, riceve un brutto colpo al volto, che lo costringe a lasciare il campo in barella; il gioco riprende al 21′, con Bacuna che prende il suo posto. Il primo goal arriva al 34′, firmato da Wilshere, che raccoglie un cross intelligente di Monreal e lo spedisce nell’angolino destro. Raddoppio pressoché immediato di Giroud che al 35′ insacca in maniera deliziosa un passaggio di Wilshere, dopo un bel controllo in corsa. Si chiude sullo 0-2 il primo tempo, dopo gli otto minuti di recupero concessi a causa del tempo perso durante le cure a Baker.

Si fa meno netto il dominio dell’Arsenal nel secondo tempo. La prima buona occasione è per l’Aston Villa, che al 65′ prova a riaprirla con un tiro di Westwood: il passaggio arretrato di Delph lo trova libero a venticinque metri dalla porta, ma il suo tiro viene deviato con sicurezza da Szczezny. Al 76′ arriva l’1-2: Lowton viene lasciato troppo libero sulla fascia destra ed ha tutto il tempo di servire un bel cross al centro, che Benteke indirizza sul fondo della rete con un bel colpo di testa in tuffo. Al 79′, Agbonlahor esagera con il contatto fisico, allargando il gomito e colpendo Rosicky sul naso; l’arbitro segnala di proseguire con il gioco, pertanto i giocatori dell’Aston Villa si portano in avanti, facendo innervosire la formazione di Londra, che riesce tuttavia a fermarli facilmente pochi istanti più tardi. Il gioco resta fermo per bloccare l’emorragia al naso di Rosicky e sostituire la sua maglietta. Altra buona occasione per i Villans all’83’, replay di quella che aveva portato al goal sette minuti prima: Lowton crossa da destra e il suo passaggio sembra destinato a trovare nuovamente la testa di Benteke. Ma l’Arsenal ha imparato la lezione: Mertesacker, con un recupero di fortuna, spedisce il pericolo in calcio d’angolo. Ci provano nuovamente i padroni di casa al 90′, alla disperata ricerca di un pareggio che negli ultimi minuti sembra a portata di mano: nuovamente Lowton a trovare la testa di Benteke, che indirizza il pallone direttamente tra le mani di Szczezny, per la disperazione di compagni e tifosi. L’arbitro fischia e cala il sipario su questo match, che vede l’Arsenal riconquistare meritatamente la testa della classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy