Champions League: Bayern Monaco-Barcellona 3-2, le pagelle dei tedeschi

All’Allianz Arena di Monaco finisce 3-2 il ritorno delle semifinale di Champions tra Bayern e Barcellona. Apre Benatia per i bavaresi, poi Neymar spegne le poche speranze tedesche. Nella ripresa prova tutto cuore dei padroni di casa che ribaltano il risultato con Mueller e Lewandowski. Di seguito le pagelle del Bayern:

Thomas Muller. Fonte: peterpribylla (flickr.com)
Thomas Muller. Fonte: peterpribylla (flickr.com)

Neuer 6: serata più tranquilla rispetto a quella di Barcellona, ma nonostante ciò è costretto a subire due reti. La sua partita è comunque sufficiente, essendo tutto fuorché un semplice portiere.

Rafinha 5: da quel lato Neymar sfonda più volte, essendo anche autore delle due reti blaugrana.

Benatia 5,5: ha il merito di segnare la rete che da vigore alle pur flebili speranze tedesche. Quando il Barcellona accelera, però, va sempre in difficoltà.

Boateng 5: forse scottato dalla gara d’andata, non affronta quasi mai gli avanti del Barcellona nell’uno-contro-uno. Indietreggiando praticamente sempre, però, non riesce a contenere le sfuriate di un Suarez in serata.

Bernat 5,5: colui che dovrebbe marcare Suarez, è già questo la dice lunga sulla sua partita. Tuttavia con l’uscita dell’uruguaiano, alza il raggio d’azione sfoderando un secondo tempo discreto.

Lahm 6: contenere il centrocampo di Luis Enrique è prova ardua, lui ci mette tutta la sua esperienza da difensore per provare a cavarsela (dal 68’ Rode 6: entra quando la partita del Bayern svolta in positivo e offre il suo apporto in copertura).

Xabi Alonso 5: anche nel match di ritorno perde nettamente la sfida con Iniesta e Rakitic.

Schweinsteiger 5,5: male nella prima frazione, decisamente meglio nella seconda dove il Bayern ribalta il risultato (dall’87’ Javi Martinez sv).

Thiago 6,5: possiede classe cristallina, e anche in match difficili come questo non fa mancare il suo apporto. Peccato che, in alcune occasioni, non venga seguito a dovere dai compagni.

Mueller 6,5: orgoglio e grinta non gli mancano, sottoporta ha sprecato un paio di ghiotte occasioni. Mette la firma su 3-2 finale che non basta per qualificarsi ma fa chiudere l’esperienza in Champions dei tedeschi con un sorriso (dall’ 87’ Goetze).

Lewandowski 7: gioca ancora menomato dopo il brutto infortunio subito in Coppa Tedesca ma in avanti fa comunque la differenza. Nella prima frazione ci prova di fino ma Ter Stegen si salva, la ripresa lo vede assoluto protagonista con un gol di pregevole fattura e tante azioni ben orchestrate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy