Napoli-Liverpool 1-0, le pagelle azzurre: Allan mostruoso, Insigne risolve

Il Napoli di Ancelotti conquista 3 punti d’oro per il girone di Champions, battendo in casa il Liverpool per 1-0 nella seconda giornata. Ecco allora le pagelle degli azzurri:

Allan - Fonte: Pagina Facebook "Foto Calcio Napoli - Danilo Rossetti"
Allan – Fonte: Pagina Facebook “Foto Calcio Napoli – Danilo Rossetti”
Ospina 6,5: nel primo tempo non corre grandi pericoli, ma nella ripresa sceglie perfettamente i tempi delle uscite, una delle quali provvidenziali fuori dall’area.

Maksimovic 7: nonostante venga poco impiegato risponde prontamente anche stavolta, tra l’altro in una posizione ibrida fra il centrale e il terzino di destra.

Albiol 6,5: dimostra perché è tornato nel giro della Nazionale. Esperienza da vendere, tiene d’occhio Firmino anche a distanza.

Koulibaly 7,5: contiene bene Salah, ma non si limita a fare solo il difensore: arriva continuamente sul fondo sfornando suggerimenti interessanti, trovando anche la conclusione da fuori area.

Mario Rui 6,5: tiene costantemente il ritmo elevato dalla gara. Bene in fase difensiva, ma anche in quella offensiva propiziando la traversa Mertens.

Callejon 7: ottima prova: è una continua spina nel fianco per la retroguardia dei “Reds”. La sua prestazione viene premiata con l’assist per il goal decisivo di Insigne.

Hamsik 6: non brillantissimo, nel secondo tempo perde anche un pallone potenzialmente sanguinolento. Manca il guizzo (dal 78′ Zielinski 6).

Allan 7,5: monumentale: rincorre ogni avversario in possesso di palla come se a quella sfera fosse legata la sua vita. Assurdo come non venga considerato in Nazionale.

Fabian Ruiz 6,5: lascia intravedere qualche buona idea a sinistra, spostandosi in più circostanze. Sciupa un’opportunità di fronte ad Alisson (dal 68′ Verdi 6: non ha moltissimo tempo per mettersi in mostra, ma risulta in partita).

Insigne 7,5: sicuramente uno dei migliori in campo. Già prima del goal impegna seriamente Alisson, poi chiude ogni discorso al 90′ con la prima marcatura europea della stagione azzurra.

Milik 6,5: ci prova in continuazione senza dimenticare l’appoggio per i compagni, come nel caso di Fabian Ruiz (dal 67′ Mertens 6,5 : semina il panico colpendo una traversa e partecipando all’azione del goal di Insigne. Soffre la mancata titolarità e sfrutta ogni secondo a disposizione).