Roma, Florenzi e Pjanic delusi: “Peccato per il risultato”

La Roma disputa un’ottima partita, ma esce ugualmente sconfitta dall’Olimpico.

Alessandro Florenzi. Fonte: AS Roma official Facebook
Alessandro Florenzi. Fonte: AS Roma official Facebook

2-0 il risutalto finale che premia le uniche due conclusioni del Real Madrid. Bella prestazione degli uomini di Spalletti che possono recriminare solo la poca lucidità e cattiveria sotto porta. Ottimi segnali da Vainqueur tra i migliori in campo, insieme alla velocità di Salah e alla conferma di Perotti, sempre più determinante.

Florenzi, a fine gare, è il più amareggiato proprio perchè, la sua sfortunata deviazione, ha concesso a Cristiano Ronaldo la gioia dell’1-0. Ecco le sue parole proprio al termine dell’incontro: “Lui ti va a destra ed a sinistra, non puoi concedergli mai nulla. Sul gol sono stato un po’ sfortunato, perché la palla l’ho toccata in scivolata e magari se l’avessi toccata in maniera diversa non sarebbe entrata. Abbiamo fatto una delle migliori gare di questa stagione, contro un top team che alla fine lotterà con altre due o tre squadre per vincere la Champions League, ma per fare risultato contro queste squadre ci vuole un po’ di fortuna e anche un po’ di buon senso: la fortuna sul gol, il buon senso sul rigore che c’era probabilmente a nostro favore. Il risultato finale non mi piace, non lo meritavamo, lo hanno visto anche i tifosi che ci hanno applaudito a lungo. È stata una buona Roma, che ha lottato con il cuore fino al 95′“.

Sulla stessa linea d’onda Pjanic, ancora troppo in ombra e poco decisivo. Ecco le parole del bosniaco riportate da forzaroma.info: “Questo risultato per noi è molto difficile da accettare, Il Real è una grande squadra, ma non ci ha messo in gran difficoltà, siamo stati bravi e meritavamo di segnare almeno un gol. Il risultato è bugiardo. Dobbiamo guardare avanti e pensare al campionato, siamo pronti a dare tutto. Avevamo preparato degli schemi che però non sempre siamo riusciti ad applicare, perché loro erano messi in campo nel modo giusto e anche sulle palle inattive potevamo far meglio. La squadra sta rispondendo bene alle cose che chiede l’allenatore, adesso dobbiamo fare come in passato, ripartire e andare avanti“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *