Roma-Liverpool 4-2, le pagelle dei Reds: Mané il migliore, dove sta Salah?

Serviva un’altra super rimonta alla Roma contro i Liverpool per poter accedere alla finalissima di Champions, ma questa volta i giallorossi ci vanno solo vicino. A staccare il biglietto per Kiev, dopo il Real Madrid, sono infatti gli uomini di Kopp. Di seguito le pagelle degli inglesi:

Mohamed Salah al Liverpool (fonte: Stevemany, own work, wikimedia.org)
Mohamed Salah (fonte: Stevemany, own work, wikimedia.org)

Karius 6 – prende quattro gol, ma in realtà può fare poco. Compie un buon salvataggio su Dzeko

Alexander-Arnold 4.5 – si preoccupa più della fase difensiva con risultati tutt’altro che soddisfacenti. La catena di sinistra della Roma lo mette in perenne difficoltà. Nella ripresa compie una ‘parata’ che per sua fortuna l’arbitro non vede (dal 93′ Clyne s.v.).

Van Dijk 6 – riesce a contenere Schick, e quando può imposta dalle retrovie in maniera a volte imprecisa.

Lovren 5 – primo tempo molto complicato per il centrale della Croazia, che con un rinvio sballato causa l’autorete di Milner.

Robertson 6.5 – negli spazi aperti si esalta, le sue sgroppate sulla fascia causano molti problemi a Florenzi.

Wijnaldum 7 – gara di grande quantità la sua, impreziosita dal gol in occasione del quale è bravo ad approfittare di un errore di Dzeko e che risulta quasi decisivo alla fine.

Henderson 6 – si vede poco perché si preoccupa soprattutto di recuperare palloni al fine di innescare ripartenze im velocità.

Milner 5.5 – è sfortunato nell’autorete della quale non ha colpe. Battaglia a centrocampo calando alla distanza.

Salah 5 – incredibilmente è quello meno pericoloso dei tre davanti, nella ripresa si fa trovare spesso in fuorigioco. Molto meno brillante rispetto all’andata.

Firmino 6.5 – Nainggolan gli regala un pallone che lui senza farsi pregare offre poi a Mané per il gol del vantaggio. La sua velocità crea molti grattacapi agli avversari (dall 87′ Solanke s.v.).

Mané 7.5 – pronti via e il suo gol mette quasi in ghiaccio la qualificazione, le sue accelerazioni seminano il panico nella difesa giallorossa soprattutto nelle praterie che a volta i ragazzi di Di Francesco sono costretti a concedere e dove lui si dimostra letale (dal 83′ Klavan 5 in campo per pochi minuti, provoca il rigore a tempo scaduto).

Klopp 7 – il suo Liverpool a tratti appare incontrastabile merito sicuramente delle tre schegge del suo tridente ma soprattutto di chi lo mette in campo. Nel doppio confronto la sua squadra si è dimostrata superiore anche se ha sofferto troppo nel finale