Tim Cup, Genoa-Alessandria 1-2 d.t.s.: il sogno dei grigi continua ai quarti di finale

GENOVA – Allo stadio “Marassi” di Genova si inaugurano gli ottavi di finale di Tim Cup, si gioca Genoa-Alessandria. Poco turnover per Gasperini che lascia in panchina Perotti e schiera davanti Pandev. Piemontesi coi bomber Fischnaller e Bocalon in panchina, con Marconi titolare.

Gasperini - Fonte: genoacfc.it
Gasperini – Fonte: genoacfc.it

Padroni di casa che tengono il campo in avvio, ma faticano ad incidere: l’Alessandria si chiude bene ed è pericolosa in ripartenza con ottimi fraseggi. La prima vera occasione arriva a metà frazione ed è per gli ospiti: Nicco tocca al centro per Iunco che calcia, ma trova pronto Lamanna. Risponde il Genoa alla mezz’ora con Figueiras per Tachtsidis che arriva e calcia in corsa, ma manca il bersaglio. Al 37° occasione per Marras che si libera di Ansaldi e calcia sopra la traversa. Il primo ammonito è Celjak che stende Pandev a centrocampo. Al 40° Pavoletti si trova davanti a Vannucchi che compie un miracolo respingendo la conclusione del centravanti. Il primo tempo si conclude con un diagonale di Tachtsidis sul fondo: 0-0 all’intervallo.
L’Alessandria riparte con l’ingresso in campo di Fischnaller per Iunco. Passa un solo minuto ed il Genoa è sotto: verticalizzazione del neo entrato per Marras che si gira e batte Lamanna. Gasperini non ci sta e procede subito al doppio cambio: Perotti e Gakpe per Pandev ed Izzo. Risponde il Genoa con un colpo di testa di Burdisso su corner, ma Vannucchi è attento. Al quarto d’ora entra Bocalon per Marconi. A metà frazione il portiere ospite cade in area, Banti fa proseguire e Pavoletti calcia incredibilmente alto a porta libera. Al 24° conclusione di Figueiras e ancora Vannucchi vola a mettere in corner. Un minuto dopo ammonito Rincon che stende Nicco in un contropiede pericoloso. Ultimo cambio ospite: entra Cittadino per Vitofrancesco. L’Alessandria deve rimanere in dieci al 37° perchè Manfrin si fa male ed i cambi sono esauriti. Al 39° Ntcham dal fondo serve Figueiras che calcia, ma chiude troppo il diagonale. Al 44° entra Lazovic per Ntcham. Al secondo dei cinque minuti di recupero il Genoa pareggia: su punizione Burdisso fa da sponda a Pavoletti che di testa insacca. Ammonito nel finale Figueiras che stende Fischnaller. Finisce 1-1, i supplementari decreteranno chi passerà il turno.
Primo tempo supplementare:
in avvio si ferma il gioco un paio di minuti perchè si fa male Vannucchi, ma poi prosegue. Al 6° Fischnaller colpisce una clamorosa traversa, con Lamanna battuto. Ammonizione per Sirri per proteste. Al 13° occasione per Gakpe che viene chiuso in corner in extremis. Nel recupero gran diagonale di Perotti, ma ancora Vannucchi si salva in corner. Finisce il primo tempo.
Secondo tempo supplementare:
al 6° grande uscita di Vannucchi su Rincon. Al 9° tornano incredibilmente in vantaggio i grigi: Marras tocca al centro per Bocalon e sull’uscita di Lamanna lo trafigge. Il Genoa è subito pericoloso con un tiro-cross di Laxalt, ma Vannucchi alza in corner. Al 13° ammonito Fischnaller per perdita di tempo. Nel recupero Lazovic sbaglia incredibilmente il pareggio da due passi. Finisce 1-2 per l’Alessandria: vittoria storica per gli uomini di Gregucci che ai quarti di finale incontraranno la vincente di Roma-Spezia.

IL TABELLINO:
GENOA (3-5-2): Lamanna; Izzo (50° Gakpe), Burdisso, Ansaldi; Figueiras, Ntcham (89° Lazovic), Rincòn, Tachtsidis, Laxalt; Pandev (50° Perotti), Pavoletti. A disposizione: Perin, Ujkani, Munoz, De Maio, Costa, Capel, Cissokho. Allenatore: Gasperini.
ALESSANDRIA (4-3-3): Vannucchi; Celjak, Sosa, Sirri, Manfrin; Vitofrancesco (71° Cittadino), Branca, Nicco; Marras, Marconi (63° Bocalon), Iunco (46° Fischnaller). A disposizione: Nordi, Picone, Loviso, Morero, Terigi. Allenatore: Gregucci.
ARBITRO: Banti di Livorno.
MARCATORI: Marras al 46°, Pavoletti al 92°, Bocalon al 114°.
AMMONITI: Celjak, Rincon, Figueiras, Sirri, Fischnaller.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *