Europa League, trionfa l’Atletico Madrid: Griezmann show, addio Torres

Griezmann show, Terza Europa League della storia dell’Atletico Madrid, la seconda con Diego Simeone sulla panchina.

Griezmann - Fonte: Anish Morarji, Wikipedia
Griezmann – Fonte: Anish Morarji, Wikipedia

Gli iberici si sono aggiudicati il trofeo che ha parlato spagnolo per 6 volte negli ultimi 9 anni. A Lione è andata in scena la finale tra i Colchoneros e il Marsiglia in una partita che non ha dato modo ai francesi di contrastare la forza nettamente superiore dei super favoriti di serata. A condizionare la gara, sicuramente, il grave infortunio che ha subito Payet al 32′, costretto ad uscire in lacrime per dare spazio a Lopez. Tanta paura in vista del Mondiale che, per quanto visto, potrebbe essere davvero a rischio. Solo gli esami strumentali dei prossimi giorni potranno chiarire questo dubbio, in attesa delle preconvocazioni di Didier Deschamps per Russia 2018.

La gara si è sbloccata al 21′ con la rete di Griezmann che ha approfittato di un errore difensivo dei francesi. Al 49′ l’attaccante ha raddoppiato con uno scavetto dopo essere stato servito da Koke. Lui che, secondo quanto è stato diffuso nel passato, sarebbe stato rifiutato dallo stesso Marsiglia agli albori della sua carriera. Con la doppietta della serata ha raggiunto quota 8 gol stagionali nelle competizioni europee (l’Atletico ha iniziato dai gironi di Champions League, in cui è arrivato terzo dietro il Chelsea e la Roma).

Marsiglia-Atletico Madrid è stata definitivamente chiusa dal capitano Gabi che all’89’ ha segnato il 3-0. Una festa per gli uomini di Simeone che hanno raggiunto la quinta finale europea nelle ultime 9 stagioni. Due Champions League perse contro il Real Madrid, tre finali di Europa League vinte contro il Fulham, l’Atletico Bilbao e, oggi, contro il Marsiglia.

Festa anche per Fernando Torres. L’attaccante è entrato al 90′ come passerella per giocare i suoi ultimi minuti con la maglia dell’Atletico Madrid. 10 stagioni e mezzo con il club spagnolo, condite da 403 presenze e 127 reti. Un addio in festa per uno dei giocatori più amati dell’Atletico. Durante i festeggiamenti, come segno di riconoscimento alla carriera, Gabi ha lasciato che fosse Torres ad alzare il trofeo nel cielo dell’Ol Parc. Una gioia incontenibile per una squadra che, il 15 agosto prossimo, avrà la possibilità di giocarsi la finale di Supercoppa Europea contro la vincente di Real Madrid-Liverpool.