Europa League, male il Torino sconfitto ad Helsinki. Pari Inter, vince il Tottenham

Tanti gol ed emozioni nelle partite pomeridiane di Europa League che ha visto alcuni risultati a sorpresa come conferme importanti. Ecco tutti i risultati ed i fatti salienti.

Fonte immagine: http://www.gubbiofans.it/
Fonte immagine: http://www.gubbiofans.it/

Girone A:

Zurigo-Villarreal: 3-2.

Partita emozionante e piena di gol. Vantaggio ospite su angolo con Pina (’20), risponde un minuto dopo Etoundi che sfrutta un cross in area e anticipa il portiere avversario di testa. Inizia il momento clou del match quando nel giro di pochi minuti si assiste a ben tre gol: prima gli ospiti vanno in vantaggio con Moreno (’24) che gira in area un sinistro bello e potente, poi il pareggio ancora una volta immediato con Djimsiti che sfrutta ancora un cross in area segnando di testa. Il 3-2 è dello svizzero Chikhaoui (’29) che sfrutta una palla in mezzo di Envedi e insacca di piatto.

Apoel-Gladbach: 0-1.

Vittoria fondamentale dei tedeschi sul campo del Limassol che ora vede allontanarsi la qualificazione. Con il gol Raffael (’56) su assist di Thomas Hazard, il Gladbach vola ad 8 punti, con l’Apoel che è fermo a 3 e deve sperare in un miracolo per superare il turno.

Girone B:

Fc Copenaghen-Club Brugge: 0-4.

Vittoria ampia e meritata dei belgi che asfaltano i danesi sul proprio campo. Il 4-0 finale porta la firma di Refealov autore di una tripletta e a Vormer cha ha siglato il 4-0 definitivo. Da sottolineare i gol di Refealov, autore di un gran destro nel secondo e un bel tiro a giro di esterno nel terzo. Danesi fermi a 4 punti, belgi primi con 8.

HJK Helsinki-Torino: 2-1.

Sconfitta inaspettata per la squadra italiana che perde fuori casa e rimette in gioco la sua qualificazione. Partita compromessa nella ripresa quando un gol di Baah (’60) in mischia vanifica un primo tempo di buona difesa e contenimento. Il raddoppio arriva grazie a Moren (’81) che sfrutta una punizione e si fa trovare pronto dopo l’incerta uscita di Gillet. A chiudere il gol del Torino allo scadere con un guizzo di Quagliarella. Granata secondi nel girone con 7 punti, primi 3 punti per i finlandesi.

Girone C:

Asteras-Tottenham: 1-2.

Vincono gli inglesi che prendono slancio nel girone C ed ipotecano la qualifazione. A decidere il match i gol di Townsend (’36) su rigore dopo un fallo di Sankarè, prima del raddoppio di testa firmato Harry Kane (’42). Il gol casalingo arriva allo scadere con il rigore di Barrales dopo l’espulsione dell’argentino Fazio per gli inglesi. Il Tottenham di Pochettino vola ad 8 punti, mentre l’Asteras rimane a 4.

Besiktas-Partizan: 2-1.

Vittoria dei turchi che superano in casa i serbi del Partizan grazie ad una doppietta dell’ex Chelsea Demba Ba (’57 e ’62), autore di un rigore e un gol in finalizzazione di un contropiede. A rendere il passivo meno pesante per il Partizan un gol di Markovic al minuto 78. Besiktas ad 8 punti, Partizan con 1.

Girone D:

Dinamo Zagabria-Salisburgo: 1-5.

Brutta figura europea per la squadra croata che rimedia una sonora cinquina dagli austriaci del Salisburgo. La girandola di gol inizia al minuto 40 con Jonathan Soriano che firma l’1-0 ospite, prima del raddoppio di Kamp (59′) ed il gol del messicano Henriquez per i padroni di casa che fanno 1-2. La squadra ospite però esagera e va in rete ben due volte con Soriano (’64 e ’85) e una con Bruno per l’1-5 finale. Salisburgo che va a quota 10 e si qualifica, mentre a quota tre rimane la Dinamo.

Astra-Celtic: 1-1.

Pareggio per gli scozzesi che soffrono molto e portano a casa solo un punto rimandando la qualificazione matematica. A decidere la partita il vantaggio di Johansen (’32) con un gran sinistro da 25 metri, prima del pari di William (’79) con un destro a giro alla Del Piero.

Girone E:

Dinamo Mosca-Estoril: 1-0.

Vittoria negli ultimi minuti dei russi che battono in casa i portoghesi dell’Estoril. A decidere un gol del tedesco Kuranyi (’77) che viene servito a pochi passi dalla porta e non sbaglia colpendo al volo e superando il portiere avversario. Padroni di casa che salgono a quota 12, mentre l’Estoril è fermo a 3.

Panathinaikos-PSV: 2-3.

Grande successo degli olandesi che espugnano il campo dei greci dopo una partita molto interessante. Primo gol firmato da Ajagun (’11) per i padroni di casa, prima del pari momentaneo di Depay (’27). Prima della fine del primo tempo, nuovo vantaggio dei greci con l’ex Amburgo Petric (’43). Nella ripresa il PSV prende coraggio e rimonta: l’ex Gladbach de Jong (’65) e Wijnaldum (’78) chiudono il 3-2 ospite che elimina il Pana e manda a quota 7 gli olandesi.

Dodò e Yuto Nagatomo - Fonte: inter.it
Dodò e Yuto Nagatomo – Fonte: inter.it

Girone F:

Qarabag-Dnipro: 1-2.

Vittoria decisiva degli ucraini che sbancano il campo del Qarabag ed entrano in gioco per la qualificazione in modo prepotente. I gol partita sono del croato Kalinić (’15 e ’73) che firma una doppietta, con in mezzo l’inutile rete di George (’36).

St. Etienne-Inter: 1-1.

Pari neroazzurro sul campo dei francesi del St. Etienne che vanno sotto alla mezz’ora quando Dodò colpisce da posizione ravvicinata dopo un salvataggio del portiere casalingo. Il pareggio arriva al minuto 50 quando Sall stoppa in area da calcio d’angolo e fredda Carrizo. Inter che va a 8 punti, Dnipro, Qaragab e St. Etienne a quota 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy