Europa League, vince ancora il Napoli: 2-0 contro il Legia Varsavia

Il Napoli espugna la Pepsi Arena grazie al 2-0 inflitto al Legia Varsavia in terra polacca. Dopo un primo tempo un po’ fiacco, con la squadra di Hennin Berg solo a tratti davvero pericolosa, i partenopei sbloccano il risultato ad inizio ripresa con il colpo di testa di Mertens. A pochi minuti dalla fine è la magnifica rete di Higuain a regalare al Napoli i tre punti e la prima vittoria esterna della gestione Sarri.

Dries Mertens Fonte: foto-calcio-napoli.it (Danilo Rossetti)
Dries Mertens
Fonte: foto-calcio-napoli.it (Danilo Rossetti)

Primo tempo che trascorre senza particolari emozioni, con il Legia Varsavia tutto chiuso in difesa per contenere le possibili avanzate di Mertens e Callejon. Il primo squillo importante è quello di Mertens che dopo un quarto d’ora di gioco calcia da buona posizione, ma non riesce ad indirizzare il pallone verso la porta. Qualche minuto più tardi ci riprova il belga, ma anche questa volta non colpisce al meglio la sfera.

Il Legia, dopo un inizio tutto azzurro, tenta di avanzare nell’area avversaria con Brzyski e Jodlowiec, ma Gabriel riesce ad allontanare ogni pericolo. I partenopei arrivano ad un soffio dal vantaggio al 26′ quando David Lopez raccoglie un suggerimento di Callejon e lascia partire un tiro dal cuore dell’area che supera il portiere ma viene fermato da Brzyski proprio sulla linea di porta. Il gioco del Legia continua a crescere d’intensità, ma la squadra polacca fa sempre fatica per trovare varchi liberi da sfruttare per poter passare in vantaggio.

Nella ripresa il Napoli trova subito il vantaggio grazie ad un lancio lungo di Valdifiori per Callejon che serve Mertens, il quale con un colpo di testa beffa il portiere avversario mettendo la palla proprio nel sette. Il Legia tenta subito la reazione portandosi in avanti e prendendo possesso dell’area azzurra, ma il pareggio lo sfiora incredibilmente Christian Maggio: il difensore azzurro sugli sviluppi di un corner centra con un colpo di testa la traversa della porta difesa da Gabriel, facendo tremare i suoi tifosi. I ragazzi di Sarri arrivano ad un passo dal doppio vantaggio a quindici minuti dalla fine, quando Allan si invola nella metà campo avversaria e lascia partire un tiro potente che tocca soltanto l’esterno della rete; il brasiliano ci riprova ancora qualche minuto più tardi, ma questa volta trova l’opposizione del portiere avversario. Gli ingressi in campo di El Kaddouri e Higuain donano maggior qualità al reparto offensivo del Napoli che però fatica a trovare il guizzo giusto per chiudere definitivamente la partita che arriverà solo nel finale.

È proprio il Pipita a mettere il sigillo alla gara all’84’: l’argentino, dopo aver superato quattro difensori avversari, butta giù la porta con un bellissimo tiro che si insacca all’incrocio e regala così alla sua squadra la vetta del girone a punteggio pieno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *