Milan-AEK 0-0, le pagelle dei rossoneri: prestazione insufficiente, si salva Suso

 A San Siro finisce a reti bianche.

Montella
Fonte: calciocatania (flickr.com)

0-0 il risultato finale tra Milan e AEK. Rossoneri impastati per tutto il primo tempo, meno due squilli prima dell’intervallo. Nella ripresa la situazione non prende una piega differente. Suso ha inventato e creato, è rimasto la speranza di svolta dei rossoneri. Cutrone ha combattuto come il suo solito. Male Silva, Calhanoglu sottotono. Musacchio ha rischiato di fare una frittata. Di seguito le pagelle dei rossoneri.

Donnarumma 6: ci mette una pezza sull’errore di Musacchio. Un’altra parata e poi solo ordinaria amministrazione prima di scaldare i guanti nel finale deviando un tentativo di punizione.

Musacchio 5: un errore che sarebbe potuto costare caro, visto il risultato finale. Donnarumma lo salva, ma continua a non far dormire tranquilla la retroguardia rossonera.

Bonucci 5,5: non sempre perfetto nelle uscite. Tra i tre è quello che avanza di piú e cerca sempre di impostare l’azione. Finisce qui.

Rodriguez 5,5: parte bene, poi cala. Adattato ad un ruolo non suo, lo soffre un po’. Difende la sua prestazione leggendo bene qualche azione avversaria.

Calabria 6: fa il suo compito con sufficienza. Chiamato ad attaccare sulla linea del centrocampo e ad arrettrare per difendere, non manca quasi mai all’appello.

Suso 7: il Milan spera nelle sue giocate e fa bene. Per tutta la gara ha quel qualcosa in piú rispetto degli altri e non solo per le conclusioni. Si muove per tutto il campo, non dà punti di riferimento. I migliori squilli sono stati i suoi. (Dall’83’ Borini s.v.).

Locatelli 6: meglio in fase di interdizione che in quella di impostazione. È uno dei piú coraggiosi tra conclusioni e qualche azzardo alla ricerca della via dello sfondamento.

Calhanoglu 5: sottotono. Prima si pesta i piedi con Bonaventura, poi lascia fantasticare il numero 5 e lui resta nelle retrovie. Poca inventiva e lento nei movimenti.

Bonaventura 6,5: anima sempre accesa, anche durante l’ennesimo primo tempo con pochi spazi e meno idee. prende le misure da Calhanoglu e cerca in piú modi di inventare qualcosa con dribbling e cross. San siro apprezza: applausi convincenti alla sua uscita. (Dal 72′ Kessiè 6: entra e dà sostanza al centrocampo).

Cutrone 6: la voglia non manca, i palloni giocabili sono pochi e lui se li va a cercare. Buon lavoro sporco, bravo a far risalire la squadra. Ci crede fino alla fine, come sempre.

Andrè Silva 5: prestazione sotto le aspettative in una di quelle partite che lui di solito legge molto bene. La prima frazione di gara non lo aiuta, ha uno squillo prima dell’intervallo. In avvio di ripresa sbaglia un gol non da lui. (Dal 62′ Kalinic 5: la storia non cambia. Oggi davanti si é fatto poco e niente, lui l’ha confermato).

All. Montella 5: cerca e non trova ancora un buon vestito per questo Milan. Tante novità, scelte coraggiose, ma oggi il passo è stato fatto: indietro, un’altra volta.