Atalanta-Fiorentina 2-3: finale al cardiopalma

Che partita e che finale all’Atleti Azzurri d’Italia: Atalanta e Fiorentina danno vita ad una partita a due facce totalmente differenti con un primo tempo avaro di occasioni ed una ripresa piena di gol.

Fonte: Ago76 (wikipedia)
Fonte: Ago76 (wikipedia)

Nella prima metà di gioco la Fiorentina prova a fare la gara ma un possesso palla troppo poco intenso porta solamente a due palle gol: Tello mette in seria difficoltà Dramé ma non riesce a trovare la porta mentr una punizione precisa di Pasqual fa fare bella figura a Sportiello che con un intervento plastico tocca in corner.

Dall’altra parte i nerazzurri creano una grossa chance sull’asse D’Alessandro-Gomez con il Papu che prende il tempo alla difesa ma tocca male il pallone e vede infrangersi le sue speranze contro l’esterno della rete.

Nella ripresa invece le squadre hanno un piglio differente e l’inizio atalantino è convincente: la squadra di Reja usa tutte le forze per cercareil vantaggio ma più di una conclusione centrale di Cigarini non riesce a creare. Paulo Sousa gioca la carta Borja Valero e la partita svolta: la Fiorentina passa in vantaggio con un colpo di testa di Mati Fernandez su assist di Tello e da lì è tutta un’altra gara.

In pochi minuti arriva il raddoppio a ruoli invertiti: il cileno serve in profondità Tello che a tu per tu con Soprtiello si divora il gol ma sulla respinta può tranquillamenteinsaccare a porta vuota.

Poi la reazione dell’Atalanta con un gol su palla inattiva di Conti sembra riportare la gara in dicussione ma Kalinic, subentrato ad un Babacar totalmente nullo, piazza in estirada il colpo del 3-1.

Nel finale spazio per il consueto gol di Pinilla alla Fiorentina dopo un colpo d testabucato da Astori, fin lì impeccabile, e per il cartellino rosso sventolato in faccia a Conti per proteste.

Il 2-3 finale è l’omaggio ad una gara divertente che testimonia la crescita di una Fiorentina ormai maturata anche nel vincere partite ostiche come questa. L’Atalanta invece continua nel suo periodo senza vittorie e si prepara ad un calendario difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *