Bologna-Fiorentina 1-2, pagelle viola: chi d’angolo ferisce, d’angolo perisce…e un gran gol di Chiesa decide

Il derby dell’Appennino, giocato oggi, è andato alla Fiorentina.

La squadra di Pioli mostra i limiti di gioco che hanno caratterizzato l’ultimo periodo e la stagione in corso. Nella giornata bolognese emerge Federico Chiesa che risulta assolutamente decisivo.

Fonte: Federico Berni

La difesa della Fiorentina ha retto meglio, soprattutto perchè il Bologna non è una squadra veloce e non ha avuto, oggi, molte idee di gioco. L’attacco è sterile nonostante Chiesa.

PAGELLE FIORENTINA

SPORTIELLO 5: errori di posizione e di incertezza. Il gol del Bologna lo vede fuori dai pali, su calcio d’angolo, di quasi 2 metri. In altri momenti non sa cosa fare e arranca. Un buona deviazione su Destro, nel primo tempo, con palla sul palo e poi in angolo.

LAURINI 5: non va e si fa (presumibilmente) male. E’ pesante come condizione fisica e lento sull’avversario  (dal 1′ s.t. BRUNO GASPAR 5,5: si è visto poco e comunque non ha sbagliato molto. L’unica pecca è che sulla sua fascia è sempre stato saltato dagli avversari)

MILENKOVIC 6: il migliore della difesa viola. Personalità discreta e sicurezza. L’intesa con Astori migliorerà.

ASTORI 5,5: non è nel periodo migliore. Perde l’avversario spesso.

BIRAGHI 5,5: non sa vedere la prospettiva dell’azione in corso e non sa gestire il pallone. Non ha mai fatto un cross decente. Ha sofferto l’avversario sulla corsa anche se poi ha saputo recuperare.

CHIESA 8: solo per il gol, merita l’encomio. Ha giocato una gara di sacrificio. Ha svariato su tutti i fronti dell’attacco viola. E’ impreciso nella maggior parte delle occasioni ma poi trova la “perla” da fuoriclasse.

VERETOUT 6,5: gioca una partita rocciosa, lenta ma determinata. Perde molti palloni perchè è sottotono come condizione fisica, ma comunque mostra di esserci. Il gol su calcio d’angolo è fortuito ma estremamente impotante nell’economia della partita della Fiorentina.

BADELJ 5: lento, distratto, superficiale. Non ha mai costruito un’azione importante. Il passaggio più frequente della sua partita è stato quello in appoggio sulla sinistra. Sembra che, a volte, tiri indietro anzichè lottare per la maglia.

BENASSI 5,5: era nettamente insufficiente fin quando ha mantenuto la posizione di esterno. Quando è stato posizionato più sul centro e ha fatto il playmaker, ha fatto meglio. Manca ancora in molti aspetti di gioco.

GIL DIAS 5: non riesce ad emergere. E’ uno dei tanti e non salta l’uomo nè difende in maniera competente  (dal 34’s.t. VITOR HUGO 6: per il poco tempo che ha giocato, e per la difficoltà del momento nel quale è entrato, non ha demeritato e ha fatto anche qualche buona chiusura)

SIMEONE 5: corre e basta. Non ha mai fatto un tiro in porta. E’ più un centrocampista offensivo che non la punta unica della Fiorentina  (dal 23′ s.t.  FALCINELLI 5:  esordio in maglia viola. Ha solo rincorso l’avversario ma non ha portato pericoli per la difesa avversaria).

Allenatore PIOLI 5: un gol come quello di Federico Chiesa non è merito dell’allenatore ma del singolo. Ha avuto coraggio nello schierare in pratica la stessa squadra che ha sciaguratamente perduto in casa con il Verona. La Fiorentina non gira e segna su episodi, fortuiti (gol dell’1-0) e su giocate del campione (Chiesa).  La fase difensiva oggi ha vacillato meno di altre volte e il centrocampo ha arrancato per tutta la gara. Ha moltissimo da lavorare.

ARBITRO Sig. DOVERI 6: ha diretto senza eccessi e senza molti errori. Concede la grazia a Poli per un fallo su Veretout da ultimo uomo, che andava espulso.