Crotone-Fiorentina 0-1, pagelle viola: è ancora Kalinic gol, last-minute.

Allo stadio “Ezio Scida” di Crotone, la Fiorentina vince di misura una partita giocata come un’amichevole e senza l’impegno dovuto.

Il Crotone ha fatto la sua partita e si è reso anche molto pericoloso, poi per la legge dei calciatori che fanno la differenza e regalano le vittorie, la viola ha sbancato l’intera posta.

Nikola Kalinic – Fonte: ACF Fiorentina (Flickr)

La Fiorentina sembra giocare per quasi il 90% della gara, basandosi sulle giocate dei singoli che si mostrano “egoisti” e non dialogano, con la palla, con i compagni 

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 7: salva il risultato in una occasione particolarmente favorevole al Crotone, ribattendo con le gambe, da terra, un tiro in porta di Falcinelli, dopo aver respinto la prima conclusione. Bravo anche in altre due occasioni. Mette un po’ di ansia per qualche “svarione” nella gestione della palla in area.

CARLOS SANCHEZ 4: un calciatore involuto, totalmente incapace adesso di giocare nel ruolo difensivo in cui Sousa lo schiera. Ha talmente difficoltà da non essere neanche più in grado di vedere dove appoggiare la palla, o a chi passarla.

GONZALO RODRIGUEZ 6: fa letteralmente a sportellate con Falcinelli. Gioca piuttosto nervoso. Regge comunque ai limiti della sufficienza la difesa.

ASTORI 6: fa diversi sbagli e si mostra a tratti insicuro.

CHIESA 5,5: sta attraversando un periodo di calo fisico e nel rendimento. Non è lucido nell’andare sul fondo e crossare o nel concludere a rete. (dal 21′ s.t. SAPONARA 6: fa brillare un po’ il gioco e partecipa alla costruzione del gol della vittoria)

VECINO 6: corre, contrasta, si proietta in attacco e cerca di dare il suo contributo. A volte sembra non essere in sintonia con alcuni compagni come Borja Valero

BADELJ 5: il gioco non lo comanda più, ormai si limita a fare la presenza e rallentare ogni possibile azione senza verticalizzare e senza mostrarsi voglioso di cambiare il risultato  (dal 26′ s.t. MAXI OLIVERA 5,5: l’impegno c’è ma la sostanza no)

BORJA VALERO 6: cerca di costruire e di portare palloni interessanti per i compagni.

TELLO 6: prova a dare profondità alla manovra ma non ci riesce. Cambiando fascia non si modifica la situazione.

ILICIC 5: svogliato, anche lui gioca come se ci fosse solo lui. Tira da fuori o cerca la soluzione personale senza “collaborare” con i compagni. (dal 26′ s.t. BABACAR 5: non si è visto anche se è entrato e ha giocato più di venti minuti)

KALINIC 7: una partita nella quale i tentativi di tirare in porta sono sempre vani, nella quale finisce spesso in fuorigioco e nella quale non gli riesce quasi niente ma nella quale non molla mai…e  trova il pallonetto vincente che determina il risultato.

Allenatore PAULO SOUSA 5,5: nel primo tempo sta parecchio a sedere in panchina come se fosse spettatore più che parte della gara. Schiera Ilicic pur conoscendone la precarietà della condizione fisica e mentale. Costretto a far giocare Sanchez che non rende assolutamente più nel ruolo nuovo in difesa. Ormai dovrà passare altre 9 giornate, soltanto, prima di lasciare la barca sulla quale sta navigando senza più motivazione alcuna.

ARBITRO Sig. L. PAIRETTO 5: non è granchè come direttore di gara. Sbaglia molto rispetto ad entrambe le squadre.