Fiorentina-Carpi 2-1, pagelle viola: Zarate fa la differenza, Tomovic un calcio negativo

La pioggia ha accompagnato tutta la partita del “Franchi” ed ha assistito ad un incontro dominato dalla Fiorentina ma quasi beffardo, se non fosse che i calciatori che fanno la differenza, sanno tirare fuori il gol che meno ti aspetti.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

E così Maurito Zarate ha esordito a Firenze sigillando la gara con una conclusione d’autore.

Sousa espulso per proteste da un Cervellera ben al di sotto della competenza arbitrale.

La Curva Fiesole entra con 30 min di ritardo per protestare contro i Daspo eccessivi nei confronti di ultras viola, ed espone uno striscione emblematico: “Tifosi, mister, giocatori, facciamogli un bel dispetto: lottiamo per un sogno nonostante il loro progetto“.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 6,5: salva il risultato, anche questa sera, in almeno 2 occasioni. Poi si ostina a far girare la palla tra la propria area e gli esterni e combina, con grande colpa di Tomovic, il pasticcio che porta al pareggio del Carpi.

TOMOVIC 4: certi giocatori dovrebbero sparire dal panorama calcistico della massima serie. Incapace, lento, confuso, ingenuo, scadente, regala al Carpi la palla per andare in gol e quasi compromette la partita (e la stagione).

GONZALO RODRIGUEZ 6,5: un guerriero. Lotta contro le punte emiliane e chiude sempre con signoria.

ASTORI 6: commette qualche errore difensivo per distrazione e stanchezza, ma c’è.

BLASZCZYKOWSI 5: impegno non commisurato alle capacità. Non salta mai l’uomo, non affonda, non difende con costanza e spesso è in ritardo. Regge comunque per 95 minuti.

VECINO 5,5: è stanco e a tratti poco lucido. Fa un discreto primo tempo poi arranca per tutta la ripresa.

BORJA VALERO 6,5: sembra in recupero di condizione. Gioca e amministra centinaia di palloni. Cerca di dettare i tempi ma il suo ruolo è un altro, qualche metro più avanti.

MATI FERNANDEZ 5,5: lento a tal punto da non sfruttare mai le supremazie numeriche della gara. Non vede il compagno per finalizzare. Calcia bene solo una punizione dalla sinistra nel secondo tempo ma poco più.

TELLO 6: gioca bene un tempo, nel quale si rivede a Firenze un giocatore che va sul fondo e crossa in mezzo. Tiene l’uomo impegnato, si muove anche senza palla. Poi nella ripresa sparisce perchè ha esaurito “la benzina”.  (dal 15′ s.t. BERNARDESCHI 6: dà il suo contributo senza eccessivi slanci ma con efficacia).

ILICIC 5,5: primo tempo in cui fa il trequartista e non emerge più di tanto. Secondo tempo in cui si muove di più e crea qualche problema alla difesa biancorossa ma non conclude mai.  (dal 31′ s.t. ZARATE 7: il solo tiro con cui segna un gol pesante e decisivo, per il proseguo della stagione della Fiorentina, vale un bel voto. Gioca spaziando da destra a sinistra senza dare punti di riferimento e in questo modo porta diversi pericoli alla retroguardia carpigiana).

KALINIC 5,5: prende un sacco di botte, si muove fino al limite della propria area per aprire la squadra avversaria e creare pericoli. Meglio delle ultime prestazioni. Gli manca solo il gol.  (dal 41′ s.t. BABACAR s.v.)

Allenatore PAULO SOUSA 6: la squadra è ancora sulle gambe e il gioco è molto più lento. Le risorse, è vero, sono scarsissime (stasera aveva a disposizione solo 5 calciatori di numero) ma la qualità che sa dare agli schemi è buona. Nota dolente la seconda espulsione per proteste/agitazione in due partite (meritata o no denota forse qualche problemino interno?)

Arbitro Sig. CERVELLERA 5: permette a Crimi e a Cofie di commettere 34 falli e 29 falli, rispettivamente, senza ammonirli (solo Cofie dopo diverso tempo) e non giudica con lo stesso metro i giocatori viola, i quali finiscono di più sul suo taccuino. Lascia giocare a centrocampo, supportato da un guardalinee e un giudice di linea assolutamente da rivedere. Espelle Sousa il quale, con tutta probabilità non era il colpevole della protesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *