Fiorentina-Carpi 2-1: Zarate fa esplodere il Franchi

Una vittoria mozzafiato per una Fiorentina che rischiava di farsi sfuggire di mano una partita molto combattuta: i viola vincono al 90′ grazie alla prima perla gigliata di Mauro Zarate che in extremis porta tre punti pesantissimi in ottica Champions League.

I giocatori della Fiorentina in esultanza. (Fonte: Federico Berni)
I giocatori della Fiorentina in esultanza. (Fonte: Federico Berni)

Garrisce al vento il labaro viola per citare l’inno di Narciso Parigi: la partita si gioca sotto una fitta burrasca che nel primo tempo spira a favore della squadra di casa e impedisce al Carpi di calciare il pallone lungo in profondità. Pronti via e siamo già 1-0: Ilicic imbuca per Borja che spiazza Belec e sblocca la partita.

La Fiorentina sembra poter dilagara grazie all’ottimo lavoro degli esterni e alla tecnica sublime di Mati, Ilicic e Borja Valero. Il Carpi trova però la forza di reagire e sfiora il pari in tre occasioni, la più clamorosa con un colpo di testa di Lollo da due metri messo incredibilmente fuori.

I pericoli più grandi la Fiorentina li crea su calcio piazzato ma soffre in impostazioe di gioco la veemenza eccessiva di Crimi e Lollo gentilmente perdonata dal signor Cervellera.

Nella ripresa i viola cominciano fortissimo ma dopo aver rischiato il raddoppio si fanno raggiungere grazie ad un goffo disimpegno di Tomovic che porta all’assist di Mbakogu per il neoentrato e liberissimo Lasagna, ottimo nel freddare Tatarusanu.

Nel finale ogni speranza sembra svanire ma dala panchina entra Mauro Zarate che in pochi minuti trova una magia degna delle sue più belle perle di carrierae schiaffail pallone sotto l’incrocio con un destro a giro impeccabile.

Con questa vittoria la Fiorentina tiene dietro di sé l’Inter e rende ancor più credibile la sua candidatura come terza forza del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *