Fiorentina-Hellas Verona 1-1, pagelle viola: una squadra di “salme” che non sa più vincere

Al “Franchi” la Fiorentina ha perso una occasione importante per ripartire dopo la disfatta di Roma.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

La squadra di Paulo Sousa ha giocato, in totale, neanche l’equivalente di un tempo. Il portoghese manda in campo giocatori inguardabili ed altri con forma fisica da “casa di riposo“. Turnover? Perché? Presunzione? Eccessiva autostima di una squadra in calo? Chissà…

I viola commettono errori di gioco e tecnici da squadra di categorie inferiori, cose non giustificabili neanche per il grande impegno dell’allenatore portoghese.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 6: parate buone ma è immobile e piantato in terra in occasione del gol del Verona, anche se non poteva farci quasi niente. Non è lucido nelle riprese delle azioni

TOMOVIC: s.v.  (dal 6′ p.t. RONCAGLIA 6,5: entra “a freddo” e gioca una gara accettabile)

ASTORI 5,5: commette errori e leggerezze che non si addicono al suo ruolo. Senza Gonzalo Rodríguez non è granchè

ALONSO 4,5: da centrale non può giocare. Ha sbagliato moltissimo. Fuori forma mentale

PASQUAL 5: più di quello che fa non si può chiedere. E’ un ex-calciatore che continua a scendere in campo. Limiti ne aveva a dismisura anche negli anni buoni

TELLO 6,5: è l’unico che ha portato pericoli per quasi tutta la partita, al Verona. Nei secondi tempi cala notevolmente anche di concentrazione

TINO COSTA 5: perde migliaia di palloni e si mostra lentissimo nelle ripartenze.  (dal 11’s.t. BERNARDESCHI 5: entra e sembrava che possa cambiare la partita, invece è solo un fuoco di paglia. Il suo più grande impegno è consistito nell’appoggiare la palla indietro e non affondare)

BORJA VALERO 5,5: completamente discontinuo. Meglio nella prima metà della gara, inguardabile nella seconda. Ha perso la sua grande capacità di “vedere” l’azione e essere determinante

MATI FERNANDEZ 6: gioca a corrente alternata. Recupera moltissimi palloni e cerca di far salire la squadra ma non ci riesce mai.

ZARATE 6,5: dà l’anima e porta scompiglio nella retroguardia gialloblu, ma non sempre è capace di essere determinante. Realizza il gol del vantaggio che non è servito a niente.

BABACAR 4,5: un giocatore indisponente. Vergognoso nell’atteggiamento e nell’impegno. Spreca un pallone che poteva far chiudere la gara. (dal 30′ s.t. KALINIC 6,5: sfortunato nel tiro che poteva dare la vittoria last second. Fa ancora reparto da solo).

Allenatore PAULO SOUSA 5: la colpa questa volta (ed è la prima volta da quando allena la Fiorentina) è in gran parte sua. Se la formazione iniziale è frutto di turnover, costituisce una scelta insensata perché la Fiorentina non ha più competizioni oltre al campionato. Se è frutto di scelte tecniche è un’offesa e una mancanza di rispetto per l’avversario, il quale infatti, alla fine, ha umiliato queste stesse scelte. Insomma ha sbagliato a tenere fuori gente come Rodríguez o Ilicic…a meno che…non li abbia risparmiati per il Frosinone….

Arbitro Sig. GAVILLUCCI 6: niente di particolare, sempre presente alle azioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *