Fiorentina-Lazio 1-3, pagelle viola: una squadra irriconoscibile e sbadata che torna alla realtà.

Firenze spenge in una prestazione penosa i sogni di “Campione d’inverno” peraltro solo ipotetici.

La Fiorentina mostra il peggio di se stessa contro una bella e determinata Lazio la cui unica lacuna di gioco è solo la difesa.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

Sousa schiera calciatori da panchina in posizioni fondamentali a sostituire assenti e malconci. Ma d’altronde, quelli ha in rosa.

Una curiosità al termine del girone di andata: la Fiorentina ha vinto solo con l’Inter, poi ha subito tutte sconfitte anche discretamente sonore con le dirette avversarie per i primi posti della classifica…

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 6: non è eccelso e sul secondo gol della Lazio avrebbe dovuto fare di più.

RONCAGLIA 5,5: il gol non compensa l’errore grave che porta al vantaggio laziale.

GONZALO RODRIGUEZ 5: in ritardo, un po’ sulle gambe, lascia spazi che portano ai gol della Lazio.

ASTORI 5: salva, nel primo tempo, la porta viola da un gol ma non la salva in occasione delle altre reti biancocelesti.

ALONSO 6,5: il migliore dei viola. Corre, attacca, tira, colpisce di testa come un attaccante vero. Unica nota negativa, nel finale, interviene sotto porta togliendo a rossi il possibile tiro del pareggio.

BLASZCZYKOWSKI 4: un giocatore spaventosamente mediocre e fuori forma. Non riesce a saltare mai l’uomo, non vede il gioco né in attacco né in difesa. (dall’ 8′ s.t. PASQUAL 6,5: entra e la gara della Fiorentina sulla fascia sinistra cambia radicalmente con cross e pressione che, tuttavia non bastano)

VECINO 6: emerge nonostante la rocciosità del centrocampo laziale. Si muove bene anche senza palla.

BADELJ 6: fa quello che può ma forse è ancora lento e leggero per affrontare un centrocampo come quello della Lazio. Si fa male. (dal 14′ s.t. ILICIC 5: non incide)

BORJA VALERO 4: la peggiore partita dall’inizio del campionato, senza giustificazioni né attenuanti. Sbaglia praticamente tutto.

MATI FERNANDEZ 5: si vede che gioca poco ma anche che non ha molto a che fare con il gioco di Paulo Sousa. Impalpabile la sua partita. (dal 28′ s.t. GIUSEPPE ROSSI 5,5: la sua presenza in campo inizia con un bel tiro. Si spenge quasi subito, e si mostra un po’ appesantito)

KALINIC 5: ha perso lo smalto. Prende anche molte botte e ha sempre due uomini a coprirlo. Ritornerà.

Allenatore PAULO SOUSA 5,5: a pochi giorni dalla vittoria di Palermo, fa la stessa figura del Palermo contro la Fiorentina. Sbaglia a inserire Mati Fernandez perché questi non è uno all’altezza dei suoi schemi. Ma soprattutto Kuba in campo è un oltraggio al buon gioco finora mostrato dalla Fiorentina. Un incidente di percorso, contro una diretta avversaria non è un segno buono.

Arbitro Sig. RIZZOLI 6: ci sono episodi su cui riflettere ma, alla fine, la sua direzione, non ha inciso sulla partita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *