Fiorentina, Rodriguez si gode l’ottimo momento dei viola

La Fiorentina sta attraversando un momento magico: la squadra viola si trova prima nel campionato italiano, insieme all’Inter, ed è tornata a vincere in Europa League puntando al passaggio del turno. Sousa sta portando avanti un grande progetto. I toscani non si aspettavano questo grandissimo sprint e ora si godono la vetta della classifica.

gonzalo rodriguez
(Gonzalo Rodriguez – Foto: Salvatore Suriano)

 

Anche Rodriguez è rimasto sorpreso dai numerosi risultati positivi. La rosa gioca bene e concede poco all’avversario. La sconfita con il Basilea è stata causata da errori banali. Il difensore è soddisfatto di questo andamento e lo sottolinea con le parole rilasciate al sito ufficiale della Serie A: Credo sempre nella squadra, lo scorso anno abbiamo fatto molto bene, quest’anno sono andati via tanti giocatori ma abbiamo lavorato bene: era difficile pensarlo ad inizio anno ma adesso… si gode. La vittoria con l’Inter? E’ stata importante per noi per capire chi siamo: abbiamo giocato bene ma manca ancora molto. L’Atalanta? E’ una squadra tosta, ma mi porta bene perché contro di lei ho realizzato i miei primi gol in viola. Sousa? E’ arrivato nel momento giusto: io ho avuto molti allenatori, lui sicuramente è più “cattivo” ed ha più grinta nel modo di allenare. Io una colonna di questa squadra? Non mi aspettavo di diventarlo: sono venuto a Firenze dopo un anno brutto, adesso mi sento importante e sono felice: ho lavorato con umiltà. La città di Firenze? Non è stato difficile ambientarsi, la lingua è simile. La mia casa è l’Argentina ma qui mi sento bene dentro e fuori dal campo. Amici? Con Borja mi trovo benissimo, così come Giuseppe Rossi. La cosa più strana mai successa? Dopo la vittoria per 3-1 con il Milan: c’erano 3000 tifosi viola alla stazione, incredibile! La musica? E’ una passione grandissima, mi piace la chitarra fin da quando avevo 12 anni: qui a Firenze ho un gruppo con cui suono“.

La Fiorentina ha ritrovato anche Giuseppe Rossi, tornato al goal nell’ultima gara europea. Ora si può puntare veramente in alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *