Empoli, Giampolo è pronto: “Per battere l’Inter basta giocare a calcio”

L’Empoli sogna di stupire ancora ma, sul suo cammino, troverà l’Inter.

Lorenzo Tonelli  Fonte: calciomercato.com
Lorenzo Tonelli Fonte: calciomercato.com

La capolista è reduce da una brutta sconfitta casalinga contro la Lazio e vuole assolutamente rifarsi per allontanare le voci di una fantomatica crisi. I toscani, consci del proprio potenziale, sono pronti a dare battaglia senza fare sconti a nessuno.

Il tecnico Giampaolo crede nei suoi ragazzi, soprattutto dopo i 12 punti totalizzati nelle ultime 4 partite. Una vittoria catapulterebbe il club tra gli aspiranti all’Europa League. I sogni servono a stimolare l’ambiente e, se gestiti nel modo giusto, possono anche realizzarsi. L’impresa è ardua soprattutto contro la miglior difesa del campionato, ma Maccarone e compagni non vogliono lasciare nulla al caso. L’allenatore dell’Empoli parla così degli avversari alla vigilia della gara come riporta il sito ufficiale della società: “L´Inter ha perso con Lazio, Napoli e Fiorentina: tre squadre che giocano a calcio. Noi non possiamo prescindere dal farlo e siamo costretti a giocare, questo poi non vorrà dire che basterà per vincere, questo non lo sappiamo. Sicuramente, questa gara è un bel banco di prova, dopo le prestazioni che abbiamo fatto. Affrontiamo la squadra più cinica e fisica del campionato e noi dovremo avere autostima nel collettivo, sapere che siamo forti anche individualmente. Guardando la nostra classifica non ci deve essere presunzione: quello che abbiamo fatto di buono sta lì e lo abbiamo ottenuto perché abbiamo avuto un certo tipo di atteggiamento, adesso affrontiamo l´Inter con umiltà sapendo che fra noi e loro c´è un abisso. Io ai miei chiedo sempre la prestazione che poi può sfociare anche nel risultato”.

L’importante è giocare a calcio e non lasciare spazio ad Icardi che è il nemico pubblico numero uno. L’Empoli ha dimostrato di avere un gioco veloce e basato sul contropiede. Tonelli in difesa sta facendo gli straordinari ma sarà l’assenza più pesante della partita, mentre Skorupski ha trovato, finalmente, il giusto equilibrio. L’augurio è riprendere da dove si è lasciato dopo la sosta: “Bisogna riprendere il filo da dove avevamo finito, perché non sappiamo lo stato di forma, anche se il non sappiamo è fra virgolette, perché noi monitoriamo la squadra tutti i giorni. La squadra sta bene fisicamente, ma c´è anche l´impegno mentale e bisogna lavorare con le attenzioni giuste, ma questo vale per tutti. Quella di domani sarà una partita difficile contro una squadra, che riesce a vincere anche quando non domina e questo è un aspetto da non sottovalutare. L´Inter è una squadra con qualità nei singoli oltre che dotata di tanta fisicità, una squadra con grandi individualità che vince anche le partite sporche e questo vuol dire avere dei valori“.

Infine un appunto proprio sulla mancanza del difensore centrale, corteggiato da Sarri e dal Napoli: “Tonelli per noi è molto molto importante, ma io non ho dubbi sulla qualità di Barba. Federico per me è un titolare a tutti gli effetti e lo posiziono alla pari sia con Tonelli che con Costa“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *