Parma-Inter 0-1, le pagelle neroazzurre: Lautaro riporta il sorriso

Finalmente la prima vittoria nel girone di ritorno per l’Inter che batte il Parma 1-0 grazie al gol di Lautaro.

Lautaro Martinez, protagonista dell'ICC - Fonte: Agencia de Noticias ANDES, Wikipedia
Lautaro Martinez – Fonte: Agencia de Noticias ANDES, Wikipedia

È comunque un’altra partita complicata per i neroazzurri che sono ancora lontani dalla guarigione ma respirano in vita dell’Europa League.

Handanovic 6,5: come sempre tiene in piedi i suoi, soprattutto nel primo tempo quando il Parma attacca di più, una delle pochi buoni e costanti di questa squadra. 

D’Ambrosio 6: avrebbe anche segnato ma la Var giustamente annulla, una partita sufficiente per il terzino che non brilla molto ma non commette nemmeno errori. 

De Vrij 6,5: lui come il compagno di reparto è uno dei pochi sempre sufficienti, e anche oggi non è da meno; la sicurezza aumenta e riesce a tenere bene. 

Skriniar 6,5: Inglese è un brutto avversario ma lo sloveno anche oggi è produttivo e lascia il campo dopo un’altra prestazione positiva, baluardo difensivo. 

Asamoah 5,5: leggermente insufficiente il terzino dell’Inter, che soprattutto nel primo tempo sembra non esser al meglio, poi piano piano risale ma non è al top. 

 Vecino 5,5: a centrocampo manca il Vecino di inizi campionato quello che recuperava palloni, si redenta pericolo in area e metteva fiato, gambe e testa a servizio della squadra, anche oggi non arriva la sufficienza. 

Brozovic 6,5: sufficiente il croato che sembra uno dei pochi a giocare con la testa in mezzo al campo, anche lui è lontano dalla forma migliore però la sufficienza la porta a casa quanto meno per continuare a provarci. 

Joao Mario 5,5: il portoghese continua una striscia sotto tono, rispetto a qualche giornata fa, anche oggi la grinta sembra mancare e anche la lucidità, la sua uscita però alla fine fa sorridere l’Inter. (77’ Martinez 6,5)

Nainggolan 6: 45’ buoni gli permettono di raggiungere la sufficienza ma non va oltre, una partita dalle facce opposte, un buonissimo assist per Lautaro ma la strada è ancora lunghissima, sperando l’abbia imboccata.  (88’ Gagliardini sv)

Perisic 5: ancora male il croato che continua ad esser un lontano parente di quello visto le stagioni precedenti, nervoso anche con i compagni, frettoloso e autore di scelte discutibili, rimandato anche oggi. 

Icardi 5,5: il capitano esce tra i fischi perché anche oggi il gol non arriva nonostante lui ci provi sempre; la voglia non manca però tra la solitudine in aree e la voglia di invertire in fretta la rotta, anche questa non è una partita facile e la sufficienza non arriva.  (93’ Cedric sv)

Spalletti 5,5: Lautaro gli permette di respirare per la prima vittoria dell’Inter nel girone di ritorno ma c’è poco da stare allegri, la squadra è ancora molto ammalata e soprattutto persa e giovedì c’è l’Europa League. Insomma il tecnico respira ma non sorride, ancora deve trovare l’uscita da questo lungo momento no.