Serie A, Torino-Inter 0-1: le pagelle dei granata. Sfortunati!

Si conclude l’anticipo della domenica della dodicesima giornata. Ecco le pagelle del Torino:

Fabio Quagliarella. Fonte: FC Torino - facebook.com
Fabio Quagliarella. Fonte: FC Torino – facebook.com

Padelli 6: inoperoso per tutta la gara. Subisce solamente un tiro che entra in rete. Guanti puliti a fine gara. Il suo match si divide tra rimesse dal fondo e qualche uscita di routine. Incolpevole sul goal subito.

Silva 6.5: ottima prestazione per il difensore granata che concede pochissimo a Palacio e compagni. Icardi non trova mai il tempo giusto per saltarlo o rubargli il tempo. Ordinato e sempre attento fa valere fisico e velocità.

Glik 6.5: il solito guerriero della retroguardia del Torino. Lotta e combatte fino all’ultimo. Ammonizione rimediata per un braccio troppo largo e un arbitro eccessivamente fiscale. Comanda, come sempre, sulle alte non concedendo nulla al reparto offensivo nerazzuro.

Moretti 6.5: anche per lui una gara praticamente perfetta. Gli attaccanti non vanno mai al tiro e Padelli può sonnecchiare per tutti i 90 minuti. Il muro granata ha funzioanto alla perfezione. Peccato per la rete subita su calcio di punizione.

Molinaro 6: meno brillante del collega di reparto Peres. Sulla fascia opposta si occupa più della fase difensiva e meno di quella offensiva. Manca il suo apporto in avanti e quando c’è non è preciso. Incontro sufficiente per lui, ma poteva dare molto di più.

Baselli 6: svolge perfettamente il compitino. In fase di interdizione non lascia libertà al centrocampo dell’Inter, in fase di impostazione da una mano facendo ripartire velocemente la squadra. Con il passare dei minuti cala vistosamente per l’enorme lavoro svolto. (dall’82’ Amauri Sv.)

Vives 6.5: vive la gara a fiammate. Pericoloso con le sue accelerazioni si accende soprattutto nel secondo tempo. Nel finale grande velocità e un Handanovic in giornata gli negano la gioia di un possibile pareggio.

Benassi 6: nel primo tempo domina a centrocampo correndo e sacrificandosi. Sul duplice fischio colpisce la traversa con un gran tiro a giro. Nella ripresa pian piano scompare fino a diventare inconsistente.

Peres 6.5: il centrocampista laterale è una spina nel fianco per Nagatomo che fa fatica a tenerlo soprattutto in fase di spinta. In più di un’occasione parte in dribbling, diventanto infermabile. Troppo egoista in un paio di azioni, ma da vivacità al reparto offensivo, con un appoggio costante e continuo. Deve abbandonare il match per infortunio. (dal 78′ Zappacosta Sv.)

Quagliarella 6.5: ci prova fino alla fine divorandosi anche due ottime occasioni. Un Handanovic in queste condizioni è difficile da superare. Vero trascinatore non si arrende fino al triplice fischio. Sfortunato.

Belotti 6: manca un po’ di maturità. Si muove bene e si propone anche meglio, ma è ancora poco malizioso. Manca di cattiveria sul pallone che, l’estremo difensore nerazzurro, toglie dalla riga. La strada è quella giusta, ma è il momento di tirare fuori giocate importanti.

Ventura 6.5: il Torino gioca bene e non rischia nulla. L’Inter passa in vantaggio e vince con l’unico tiro in porta, partita fotocopia delle precedi 12 giocate dalla formazione di Mancini. Sfortunati Quagliarella e Belotti. Difficile parlare di bicchiere mezzo pieno quando perdi solo per un episodio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *