Amichevole Singapore-Juventus 0-5: ennesima magia di Pirlo

Campo in pessime condizioni a Singapore; Allegri è costretto a rinunciare anche all’allenamento mattutino ed a ripiegare con una seduta in hotel. Per precauzione l’allenatore lascia in panchina Tevez, Padoin e Coman, tutti a rischio infortunio. Ancora assente Vidal, la cui vicenda si fa sempre più misteriosa.

Andrea Pirlo Flickr.com-calciostreaming
Andrea Pirlo Flickr.com-calciostreaming

Inizio con il piede sull’acceleratore per la Juventus, con Paul Pogba, splendidamente servito dal primavera Vitale, che prende in pieno la traversa. L’a carica dei bianconeri continua, con Giovinco, Llorente e Pereyra che ci provano da tutte le parti: quest’ultimo al 10 minuto è vittima di un fallo in area di rigore, ma l’arbitro non sanziona il gesto del difensore asiatico.

Solo un minuto dopo anche Giovinco viene steso, stavolta all’altezza della lunetta dell’area di rigore. Sul pallone va lo specialista, Andrea Pirlo, che beffa il portiere piazzando la palla all’angolo basso, facendola scivolare sotto i piedi della barriera.

La formica atomica continua a guidare assedio bianconero, provando prima la conclusione dalla lunga distanza, mandandola di poco fuori, e poi tentando di superare Hassan dopo una disattenzione della difesa asiatica, che lo lascia clamorosamente libero di correre a raccogliere un delizioso passaggio di Pirlo: il portiere però è più attento dei suoi compagni riesce a sventare il pericolo.

Al 35′ arriva l’unica occasione per la selezione di casa, complice una incomprensione tra Bonucci e Buffon: il difensore non sente il suo capitano chiamare la palla e gli impedisce di bloccarla, preferendo spedirla in angolo.

Negli ultimi minuti del primo tempo c’è ancora spazio per la Juventus: Pereyra subisce nuovamente fallo in area ma questa volta l’arbitro è più attento ed indica il dischetto. Dagli undici metri va Andrea Pirlo, che piazza la palla alla destra del portiere con un tiro potente e preciso.

Il secondo tempo inizia ancora sotto il segno di Pogba, il quale si libera di due avversari e mette la palla nel sacco con un destro a giro, dopo solo 3′ di gioco.

6 minuti più tardi, Pirlo batte un calcio d’angolo pescando Giovinco appena fuori dall’area, completamente solo: il giocatore ha lo spazio per coordinarsi ed impattare la palla al meglio, riuscendo a mettere anche la sua firma su questa amichevole.

Ma il numero 12 non sembra aver intenzione di fermarsi qui, e ritenta la botta da fuori anche poco dopo, su assist di Asamoah; il tiro però viene deviato in corner dalla schiena di un avversario.

Al 26′ cross dalla destra per lo stesso Asamoah , che riesce a colpire ottimamente il pallone di prima intenzione ed a segnare il quinto goal per la Juventus.

Allegri decide di variare schemi e giocatori, dando la possibilità di accumulare minuti ai giovani Buenacasa e Blanco, entrambi provenienti dalla cantera del Barcellona, i quali figurano molto bene in campo.

Sopratutto Buenacasa si mette in mostra, tentando, in un eccesso di generosità , l’assist per Giovinco, e poco dopo la soluzione personale, che scivola a pochi centimetri dal palo.

JUVENTUS-SINGAPORE SELECTION 5-0
Marcatori: 17′ Pirlo, 43′ rig. Pirlo, 3′ st Pogba, 9′ st Giovinco, 26′ st Asamoah

Juventus (4-3-2-1): Buffon (1′ st Storari); Lichtsteiner (7′ st Marrone), Bonucci (1′ st Caceres), Ogbonna (1′ st Chiellini), Evra (1′ st Asamoah); Pirlo (13′ st Pepe), Pogba (35′ st Blanco), Vitale (1′ st Marchisio); Pereyra (28′ st Buenacasa), Llorente (13′ st Motta), Giovinco. All: Allegri.

Singapore Selection Side (4-3-3): Hassan; Al-Qaasimy, Safuwan, Baihakki, Shakir; Hariss, Shahdan; Pejic, Shahril, Camara; Velez. All. Stange.

Federica Susini

Federica Susini

Aspirante giornalista sportiva per passione, studio giurisprudenza presso la facoltà di Catania. Gioco a pallavolo, mi piacciono le serie tv e il mio tempo libero amo trascorrerlo con le persone care.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *