Lazio-Napoli 1-4, le pagelle dei biancocelesti: Immobile non basta

La Lazio di Inzaghi si piega al Napoli ed alla sfortuna. I biancocelesti perdono nel primo tempo per infortunio Bastos e De Vrij e la squadra di Sarri, a fine primo tempo sotto 1-0, ne approfitta per ribaltare l’incontro nella ripresa.

Lazio-Napoli
Lazio-Napoli
(Fonte: Giorgio Catani)

Sul risultato di 3-1 e con le sostituzioni esaurite la Lazio perderà anche Basta, sempre per infortunio, chiudendo la gara in 10 uomini. I biancocelesti recriminano per un rigore, apparso netto al replay, per un intervento di Reina su Immobile sul risultato ancora fermo sullo 0-0. Ecco le pagelle della Lazio:

Strakosha 6: un miracolo nel primo tempo sul destro da due passi di Callejon. Miracoloso anche l’intervento sul tiro a botta sicura di Albiol sulla cui respinta però arriva il gol del pari di Koulibaly. Disastroso sul gol del 3-1 di Mertens; da quel momento perde sicurezza;

De Vrij 6,5: i problemi all’adduttore che lo avevano tenuto in dubbio alla vigilia del match lo costringono ad abbandonare il campo dopo un primo tempo sontuoso con tanto di gol. Senza di lui e Bastos resta una difesa improvvisata; e Lazio si sfalda e crolla; (dal 46′ Murgia 5: entra in campo giusto in tempo per partecipare da protagonista alla disfatta biancoceleste);

Bastos 6: costretto a lasciare il campo dopo poco più di venti minuti per un problema muscolare all’adduttore destro. Peccato perché l’inizio di partita era stato veramente gagliardo; (dal 25′ Marusic 5: tra tutti i nuovi acquisti è quello che continua a convincere meno. Colpevole sul gol del pari di Koulibaly quando si perde la marcatura su Albiol);

Radu 5: anche lui regge il primo tempo. Quando anche De Vrij alza bandiera bianca, capitola con il resto della squadra;

Basta 5: parte esterno ma con l’uscita di Bastos si sacrifica come centrale di difesa improvvisato. Finché c’è De Vrij a guidare il reparto regge abbastanza bene l’urto con Insigne e Mertens. Poi, orfano del comandante, affonda anche lui insieme al resto della barca. Anche lui è costretto a lasciare il campo per infortunio al 75′; senza essere sostituito perché nel frattempo Inzaghi ha esaurito i cambi;

Parolo 5: il solito maratoneta; ma nella ripresa resta in mezzo al possesso palla dei partenopei. Provoca anche il rigore del 4-1;

Leiva 5: sufficiente finché si muove come mediano davanti alla difesa. Disastroso quando è chiamato ad arretrare per sostituire De Vrij;

Lulic 6: niente di trascendentale ma è uno degli ultimi a mollare la presa;

Milinkovic-Savic 5,5: tra i più attesi nella Lazio, delude a tal punto che Inzaghi lo richiama in panchina intorno al quarto d’ora della ripresa con il Napoli comunque già avanti 3-1. Non trova la posizione, non trova lo spunto. Decisamente una serata no; (dal 63′ Lukaku 5,5: entra quando la gara è oramai compromessa; comunque non incide);

Luis Alberto 5,5: anche per lui una gara decisamente sotto tono. Lo stacanovista dell’undici di Inzaghi comincia ad accusare la stanchezza;

Immobile 6,5: da una sua splendida giocata nasce il gol del momentaneo vantaggio della Lazio. È l’ultimo ad arrendersi beccandosi l’applauso dell’Olimpico quando a due minuti dal termine ha ancora la forza, nonostante il risultato, per provare a pressare Koulibaly.