Lazio-Roma 1-4, le pagelle dei biancocelesti

La Lazio regge ottanta minuti prima di consegnarsi definitivamente alla Roma e perdere malamente il derby. Ecco le pagelle dei biancocelesti

Marchetti 4,5: sembra spesso in affanno e non esente da colpe su entrambi i gol;

Patric 4,5: è colpevole sul gol che sblocca l’incontro e protagonista in generale di una partita alla Io speriamo che me la cavo;

Hoedt 4: nonostante la Roma giochi sotto ritmo si trova sempre in difficoltà. Responsabile con Bisevac sul primo gol di El Shaarawy dimostra tutta la sua inadeguatezza con l’uscita assassina su Nainggolan che comunque non impedisce il raddoppio dei giallorossi;

Bisevac 4: continua il periodo no dell’ex Lione disastroso anche oggi. Colossali le dormite sul primo e sul quarto gol dei giallorossi;

Braafheid 5,5: il meno peggio del pacchetto arretrato ma non abbastanza da meritare la sufficienza;

Cataldi 5,5: sarà forse l’emozione dell’esordio assoluto da titolare in una stracittadina ma non incide sul match;

Biglia 6,5: parte male ma cresce notevolmente con il passare dei minuti. Prezioso il suo apporto in copertura;

Parolo 6,5: corre e lotta su ogni pallone. Sigla il gol che riaccende momentaneamente le speranze dei biancocelesti ed è l’ultimo ad arrendersi;

Feline Anderson 5,5: l’avvio di partita del brasiliano lascia ben sperare. Sembra in palla. Ma è solo un illusione;

Candreva 6: è vero, non lascia il segno. Ma lui il suo lo fa sempre. Lascia il campo al decimo della ripresa a Keita;

Matri 5: corre poco e male. Lotta da solo in mezzo a Rudiger e Manolas ma non fa bella figura. Non tira mai in porta. Sostituito al decimo della ripresa per fare spazio a Klose;

Klose 6,5: il suo impatto sul match è positivo e propizia il gol del momentaneo 1-2;

Keita 7: quando entra in campo lui la Lazio da l’impressione di poter raddrizzare la partita. Non accadrà, ma non certo per colpa sua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *