Serie A, Lazio-Roma 1-4: le pagelle dei giallorossi

La Roma batte per 4-1 la Lazio e accorcia sul Napoli sconfitto a Udine. Ecco le pagelle dei giallorossi:

Alessandro Florenzi. Fonte: AS Roma official Facebook
Alessandro Florenzi. Fonte: AS Roma official Facebook

Szczesny 6: sufficienza dovuta all’ampia vittoria e all’intervento che ha impedito il pareggio dei padroni di casa. Colpevole sulla rete del 2-1 che avrebbe potuto riaprire i giochi. Il portiere polacco esce male calcolando in modo erroneo il cross di Keita.

Digne 6.5: basta un quarto d’ora al francese per servire perfettamente El Shaarawy per la rete dell’1-0. In difesa soffre poco le accelerazioni di Candreva. In fase offensiva è sempre presente dando un apporto fondamentale alla manovra.

Manolas 6.5: il solito muro difensivo. Prende subito le misure su Matri rischiando veramente poco. Qualche problema in più con Klose, ma il greco, nel gioco aereo, ha sempre la meglio. Sempre più leader difensivo.

Rudiger 6.5: puntuale in tutti gli anticipi, soffre quando viene puntato. Felipe Anderson e Keita gli danno un gran da fare, ma il tedesco esce a testa alta con interventi decisivi. Il centrale fa valere il fisico e la grande forza.

Florenzi 7: il voto è abbastanza alto per la prodezza sulla rete del 3-1 che chiude i conti: precisissimo tiro al volo di destro ad incrociare. Marchetti non può assolutamente arrivare sulla conclusione. In difesa soffre, nel secondo tempo, con l’entrata di Keita. Spalletti lo sposta avanti facendo entrare Zukanovic e viene ripagato con una grandissima realizzazione.

Keita 6: il professore detta il ritmo e imposta come è solito fare. Alterna ottimi interventi a leggerezze non all’altezza della sua esperienza. Una sicurezza, ma un po’ troppo imballato.

Nainggolan 6.5: una vera spina nel fianco nel centrocampo biancoceleste. Il belga lotta su ogni pallone e delizia con perfetti cambi di gioco. Lucido nonostante i tanti km percorsi. Viene colpito da Hoedt ed costretto ad uscire nel secondo tempo e si gode la vittoria dalla panchina. Ammonito, salterà la sfida contro il Bologna poichè diffidato. (dal 71′ I. Flaque 6: lo spagnolo svolge il compitino, rischiando poco e rimediando qualche fallo importante).

Pjanic 6.5: dai suoi piedi nascono sempre giocate e tocchi importanti. Sempre attento da ampiezza e geometria alla manovra. Un giocatore che sta dimostranto a pieno il suo valore. Il palo, nel primo tempo, gli nega la gioia del goal.

Salah 6: meno brillante del solito, prova a puntare e a saltare la difesa avversaria con scarsi risultati. Corre tantissimo non dando punti di riferimento, ma rimane poco lucido e impreciso sotto porta. Nella ripresa, Spalletti, decide di farlo uscire per far salire in avanti Florenzi. (dall’81’ Zukanovic Sv.).

Perrotti 7.5: il “falso nueve” si dimostra letale in avanti, facendo impazzire i difensori biancocelesti. La Roma gioca su di lui che prima colpisce un palo e poi cala il poker nel finale. Una partita con “P” maiuscola per lui. Con Salah ed El Shaarawy ha un’intesa perfetta.

El Shaarawy 6.5: il faraone ha come piccolo tabù quello di non aver vinto mai un derby, nella sua permanenza a Milano. Le statistiche sono fatte per essere infrante e l’italo-egiziano, dopo 15 minuti, sblocca la gara con un perfetto colpo di testa. Il suo apporto offensivo è ottimo, soprattutto nell’uno-due con Perrotti. Ripiega anche in difesa quando è necessario; stremato esce all’ora di gioco. (dal 60′ Dzeko 6.5: entra per tenere alta la squadra e ci riesce perfettamente, lottando su ogni pallone alto a centrocampo. Lesto e ben piazzato per il tap-in vincente per il 2-0. Un problema in più per Hoedt e Bisevac).

Spalletti 7.5: il tecnico di Certaldo sta creando un vero e proprio miracolo a Roma. La formazione giallorossa non rischia nulla nel primo tempo. Nella ripresa qualche problema in più dovuto all’inserimento di Keita e Klose. L’allenatore non si fa spaventare e sceglie Dzeko che lo ripaga con la rete del raddoppio. Nel finale alza Florenzi che sigla il tris. Ogni mossa sembra essere perfetta. Ora i giallorossi sono a -4 dal Napoli, sconfitto a Udine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *