Sassuolo-Milan 0-2, le pagelle dei rossoneri: Suso illumina, Kalinic nel deserto

Al Mapei Stadium ha vinto il Milan.

Vincenzo Montella (Fonte: ACF Fiorentina)

I rossoneri si sono imposti per 2-0 contro un Sassuolo che si è reso pericoloso in alcune occasioni, ma senza mai dare l’idea di poter affondare definitivamente. Gli uomini di Vincenzo Montella non giocano per 30′, poi sono usciti con coraggio trovando il gol del vantaggio con Romagnoli. Partita con alcuni spunti da rivedere, nella ripresa Suso si è inventato il gol del definitivo raddoppio. Sfida che rimane a due facce, con prestazioni positive (Suso, Montolivo, Bonucci tra i tanti) e negative, Kalinic su tutti. Non solo colpa sua: ha predicato nel deserto. Di seguito le pagelle dei rossoneri.

Donnarumma 6,5: bravissimo su Mazzitelli quando il risultato era ancora fermo sullo 0-0. Poi solo ordinaria amministrazione.

Zapata 6: le sbavature non sono mancate, ha giocato alcuni palloni con leggerezza al limite del rischio. Poi si è rifatto con buone chiusure, proponendosi anche in avanti.

Bonucci 6,5: ha compiuto un intervento decisivo su Falcinelli dal valore di un gol, come ai vecchi tempi. Poi buoni anticipi e chiusure. Prestazione sicura e ordinata, ha collaborato bene con i compagni di reparto.

Romagnoli 6,5: ha trovato il gol che ha sbloccato il match, grande caparbietà. Per il resto ordinaria amministrazione, in crescita rispetto alle ultime uscite stagionali.

Calabria s.v. Solo 14′ di gioco. Ha chiesto il cambio dopo un problema muscolare rimediato in un’azione di gioco. (Dal 14′ Abate 6: entrato a freddo, ma ha preso subito possesso della sua fascia. Buona fase difensiva, si è fatto vedere meno in avanti).

Kessiè 6: si propone poco, ma quando lo fa non lo ferma nessuno. Ci ha messo il fisico in diverse occasioni ed è andata sempre in suo favore, facendo ripartire i suoi in contropiede. Manca la costanza, scusante: gioca sempre, stanchezza.

Montolivo 6,5: bravo in fase di interdizione. In cabina di regia fa il suo creando ordine in mezzo al campo, anche per i suoi compagni. Prestazione più che positiva: ci voleva.

Borini 6,5: il jolly di Montella che non tradisce. Ovunque lo metti, dà il massimo. Anche questa sera ha fatto quello che gli è stato chiesto: corsa e collaborazione. (Dall’81’ Antonelli: s.v.)

Suso 7: dalle sue gambe parte sempre qualcosa di buono. Anche questa sera è il più attivo, in ogni tocco inserisce qualcosa in più, un piacere vederlo giocare. Il gol del raddoppio se lo è inventato lui con un’azione personale e una conclusione a giro.

Calhanoglu 5,5: punizione pericolosa in avvio, poi prestazione a sprazzi con qualche lampo dei suoi. In crescita, oggi si sono intraviste le qualità, ma ci si aspetterà sicuramente qualcosa in più. (Dal 64′ Locatelli 6: entra bene in partita aiutando numericamente in mezzo al campo. Da rivedere in fase conclusiva).

Kalinic 5: serata difficile per il croato che senza una spalla al suo fianco può fare davvero poco. Non gli arrivano palloni, ha poche occasioni per poter creare problemi alla difesa avversaria. Predicatore nel deserto.

All. Montella 6: ha detto che il Milan avrebbe vinto ed è andata secondo i pronostici. Da rivedere i primi 30′ senza idee e gioco. Poi, gol a parte, si sono intraviste cose buone. Ancora poco per rinascere, ma tanto materiale su cui lavorare e poter migliorare.