Napoli, Gabriel esalta Sarri: “Ci ha insegnato a lottare in partita”

Il Napoli si qualifica a punteggio pieno in Europa League e vola ai sedicesimi di finale da favorita per gli ottavi.

Gabriel

La formazione di Sarri si diverte contro il Legia Varsavia rifilando ai polacchi un sonoro 5-2. In campionato, nonostante la sconfitta a Bologna, gli azzurri sono ancora in corsa per lo scudetto. L’Inter sembra non avere rivali al momento, ma la Fiorentina e il club partenopeo posso ancora dire la loro.

Difficile il match di domenica contro la Roma, anche se i giallorossi stanno attraversando un periodo molto particolare. La mancanza di Salah e Gervinho ha tolto lo splendore al gioco e alla qualità dell’offensiva di Garcia, che ora dovrà inventarsi qualcosa per scacciare definitivamente le critiche. Per lui, da quando è alla guida della società capitolina, solo 3 sconfitte al San Paolo. Sarri predica umiltà e lavoro per portare a casa il risultato. Gabriel, secondo portiere, è rimasto impressionato dal grande carattere del mister. Ecco le sue parole riportate da TuttoNapoli.net dopo la gara del Napoli in Europa League: “L’exploit in Europa League? Teniamo a tutte le competizioni che affrontiamo. Sarri ci sta insegnando a lottare per la vittoria in tutte le partite. Anche le seconde linee possono fare la differenza quando vengono chiamate in causa. Era importante vincere. Il mister voleva una risposta dopo la sconfitta con il Bologna. Abbiamo giocato bene e abbiamo dimostrato che al Dall’Ara si è trattata solo di sfortuna“.

Poi una piccola parentesi sulla sfida contro la Roma e sul suo rapporto con Reina: “La sfida con la Roma? E’ importante come tutte le altre partite. Il campionato è ancora lungo e stiamo lavorando al meglio per ottenere quello che vogliamo. Mi aspetto un San Paolo focoso. L’atmosfera allo stadio è bellissima e i tifosi ci caricano sempre e fanno la differenza facendoci sentire tutto il loro calore e la loro passione. Reina? E’ un esempio. Avere la possibilità di lavorare al suo fianco è un onore e un piacere. Quando ho saputo dell’interessamento del Napoli ho accettato subito. E’ importante fare esperienza in una piazza così importante. Io resto sempre coi piedi per terra, ma sto lavorando tanto per migliorare tanto sia sul profilo tecnico che su quello personale“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *