Italia, Montolivo ci crede: “Al Mondiale possiamo arrivare in fondo”

Il protagonista della conferenza stampa odierna dal ritiro di Coverciano è stato il centrocampista del Milan Riccardo Montolivo, il quale crede fermamente che gli Azzurri possono fare benissimo al Mondiale:

Fonte: Piotr Drabik - wikipedia.org
Montolivo – Fonte: Piotr Drabik – wikipedia.org

Siamo qui e dobbiamo lavorare per arrivare in fondo. Perché il sogno di tutti è arrivare in fondo. Bisogna però stupire per realizzarlo, noi siamo una squadra forte e se giochiamo da squadra possiamo mettere in difficoltà chiunque. Rispetto a Euro2012 siamo più preparati, abbiamo quattro anni di lavoro con lo stesso allenatore e, quindi, siamo più forti.  L’obbiettivo minimo è passare il girone ed andare il più avanti possibile. Abbiamo un girone duro e sarà importante la prima partita, contro l’Inghilterra, che sarà molto delicata. Cosa ci manca rispetto ad altre nazionali? Abbiamo meno individualità di altissimo livello, ma col giusto spirito e atteggiamento di squadra possiamo mettere in difficoltà chiunque. Ogni giocatore deve mettersi a disposizione della squadra, fosse anche solo per 45, 25, 10 o 5 minuti, perché in un Mondiale anche cinque minuti possono essere determinanti. E mi sembra che in questo ritiro tutti lo abbiano capito. Dobbiamo rifarci rispetto a quattro anni fa. Spero che sia un Mondiale diverso, magico. Giochiamo nella patria del calcio, dunque è una Coppa del Mondo che ha un sapore speciale. Questo, però, dipenderà anche dai risultati. Il clima? Le condizioni atmosferiche avranno una rilevanza maggiore rispetto alle altre competizioni in un altro paese. Stiamo lavorando bene, comunque, e sono convinto che soffriremo meno dell’anno scorso alla Confederations Cup”. Montolivo parla poi dei compagni di Nazionale, in particolare di Mario Balotelli, compagno anche di club: “Balotelli? E’ molto tranquilloMa sa che il Mondiale può essere un banco di prova importante a livello internazionale. Sa che avrà l’appoggio di tutta la squadra, ma è consapevole che dovrà anche mettersi a disposizione della squadra. Rossi? Gli auguro ogni bene e che sia il suo Mondiale, che sia la sorpresa di quest’Italia, lo meriterebbeAbate De Sciglio? Ogni allenatore vede il calcio alla propria maniera e fa le scelte più opportune per il bene della squadra. Seedorf ha fatto queste scelte ed era suo diritto farle. Certamente noi giocatori del Milan abbiamo delle motivazioni in più rispetto ad altri perché abbiamo fatto una stagione sotto le aspettative. De Sciglio può giocare sia a destra che a sinistra, dipende dalle scelte degli allenatori“. Il centrocampista azzurro spende qualche parole anche per il ct Cesare Prandelli: “Il mister cura i dettagli ancor più rispetto al passatoNon sta lasciando niente al caso e, proprio per questo, lo vedo sereno, perché sta facendo di tutto per essere pronto. Se uno arriva pronto e sereno all’appuntamento, sicuramente può rendere al massimo. La visita di Lippi? Ci ha fatto molto piacere, ma ci stavamo allenando e non abbiamo avuto tanto modo per chiacchierare“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy