Palermo, è ufficiale Viviani. Ballardini è esonerato

Il Palermo vince di forza contro il Verona e porta a casa 3 punti che mancavano da più di un mese.

Maurizio Zamparini (Fonte: Giovanni Mazzola)
Maurizio Zamparini (Fonte: Giovanni Mazzola)

La formazione rosanero è stata guidata da Sorrentino, autore di una gara impeccabile: determinanti i suoi interventi che hanno permesso di trovare la vittoria, nonostante i continui attacchi del Verona.

Proprio a fine partita, l’estremo difensore del club siculo, aveva avuto parole al veleno verso l’attuale allenatore Ballardini, reo di aver accusato i giocatori di poca professionalità. L’ira del portiere non si è fatta attendere ed è esplosa al termine del match con dichiarazioni pesanti, come riporta il corrieredellosport: “Quello che è successo oggi ha dell’incredibile, la cosa che è venuta fuori è che la squadra ha giocato da sola e ha vinto, senza aver preparato la partita. Ballardini non si è visto prima né dopo la partita. Chi verrà dopo di lui troverà un gruppo dal grande cuore. Io sono il capitano del Palermo, voglio proteggere i miei compagni e non permetto a nessuno di mettere in dubbio l’integrità morale e la professionalità di questo gruppo. Nessuno deve permettersi di pensare che non ci impegniamo, perché dovrà scontrarsi con me“.

Parole forti che sono state appoggiate anche dal presidente Zamparini che non ha voltato le spalle alla propria squadra. Ballardini ha disertato la conferenza stampa post gara di ieri. Nella serata di ieri il patron del Palermo ha contattato nuovamente Iachini che ha rifiutato un ritorno in panchina. Il motivo principale? Il rapporto logoro proprio con il presidente. Nella giornata di oggi si è corsi subito ai ripari e il candidato numero 1 è diventato Viviani, match analyst del neo ex tecnico. Dopo aver pranzato insieme, Zamparini ha ufficializzato la notizia, dichiarando Viviani il nuovo allenatore del club siculo fino a fine stagione (anche se sappiamo benissimo quanto queste parole pesino poco con Zamparini). Un nuovo tecnico per i rosanero ottimo per tre motivi: il primo è un ingaggio low cost poichè l’aternativa è in casa. Il secondo perchè il nuovo allenatore è stato sponsorizzato da Guidolin, considerato ancora moltissimo nell’ambiente Palermo e infine, il terzo, conosce già la rosa e gli schemi d’adottare. Scelta migliore, al momento, non poteva essere fatta.

Ballardini verrà esonerato, poichè ha rifiutato di dimettersi fino alla fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *