Adidas Predator, la scarpa dei campioni che entra nella storia

A 20 anni dal lancio della sua prima versione l’adidas ripropone una nuova realizzazione della scarpa Predator. Alla base di tutto vi sono il controllo e la stabilità, ingredienti fondamentali per correre e calciare un pallone, anche ad altissimi livelli; questo storico modello di adidas infatti due decenni fa calzò campioni del calibro di Zinedine Zidane e David Beckham per poi arrivare ai piedi di milioni di giovani amatori.

Predator Instinct è il nome completo del nuovo prototipo ed i suoi colori, bianco, rosso e nero, richiamano lo stile classico della calzatura. Ma l’innovazione è dietro l’angolo, o per meglio dire dietro al tallone, materiali molto sofisticati infatti garantiscono la massima flessibilità e sensibilità nel tocco palla così come nel dribbling: è il caso del cuscinetto in gel o della tomaia HybridTouch.

Il termine “predator” associato alla nuova scarpa adidas è evidentemente un riferimento agli animali predatori in cerca della preda ed ancor più chiaramente una metafora per richiamare la fame di goal dei migliori attaccanti e non solo: tra i testimonial, indossatori, troviamo infatti anche fantasisti come Mesut Özil, neo campione del mondo, e Riccardo Montolivo una volta smaltito il grave infortunio.

Nei 20 anni di Predator l’adidas ha realizzato ben 14 versioni di questo modello e fino a fine anno 2014 ne esibirà altrettante: avremo dunque 14 edizioni nuove di Predator Instinct, quali la Revenge Instinct (con ricami e richiami a quella del ’94), l’Accelerator (’98) e la Mania (2002). Infine un’edizione speciale che sarà reperibile solo ed esclusivamente nei centri Intersport, la Solar Blue, indossata da giocatori come Xavi, Dzeko, Poli e Draxler.

Articolo Sponsorizzato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *