Roma, Garcia saluta tutti. Pallotta e Zanzi confidano in Spalletti

La Roma cambia dopo una prestazione pessima contro il Milan.

Rudi Garcia. Fonte: Riccardo Cotumaccio
Rudi Garcia. Fonte: Riccardo Cotumaccio

Se volessimo usare i termini del presidente la definiremmo “disgustosa“. Proprio da questa parola si è presa reae coscienza che c’era bisogno di cambiare, di dare linfa nuova a questa squadra che ormai era allo sbando. Quando le cose non vanno il primo a rimetterci è sempre il tecnico. Purtroppo Garcia ha avuto il demerito di non riuscire a gestire una rosa di talenti, a non trasmettere quella cattiveria agonistica che è la base di questo sport. Non possiamo dimenticare quanto abbia fatto di buono, risollevando una Roma distrutta dal derby del 26 maggio. Un annata fantastica con 10 vittorie consecutive ed un bottino di punti da scudetto, non raggiunto solo per colpa della Juventus, artefice di un campionato stratosferico. Negli altri due anni l’anonimato con due sconfitte pensatissime: 1-7 contro il Bayern Monaco e 6-1 al Camp Nou contro il Barcellona. Pallotta, dopo la gara contro il Bate Borisov, aveva già deciso ma Sabatini e Baldissoni erano riusciuto a farlo aspettare. Dopo il pari contro il Milan il vaso ha traboccato. Garcia fa le valige e saluta dal suo profilo Twitter tutti i giocatori e i tifo portandosi nel cuore i colori giallorossi: “”Caro saluto a tutti i miei giocatori, il mio staff e a tutte le persone che lavorano dentro la Roma. Porto con me tanti bei momenti di emozioni collettive. Umanamente e professionalmente è stata una grandissima avventura, anche se interrotta troppo presto. Caro saluto a ciascun tifoso romanista. Non dimenticare mai: “La Roma non si discute, si ama”. Ed io la amo. Sempre forza Roma. Rudi Garcia“.

Intanto Pallotta, dopo l’addio del tecnico francese, accoglie a braccia aperte Luciano Spalletti, quell’allenatore che lo aveva fatto innamorare grazie solo a pochi video che il suo staff gli ha mostrato. Ecco le parole del patron capitolino sul sito ufficiale del club: “Siamo estremamente felici di dare il nostro bentornato alla Roma a Luciano Spalletti. È un allenatore vincente, che ha collezionato una lunga serie di successi. Non vediamo l’ora di lavorare insieme per portare la Roma dove riteniamo meriti di stare“.

Sulla stessa onda di pensiero segue immediatamente il CEO Zanzi che non nasconde l’assoluta fiducia risposta nel tecnico toscano: “In questa stagione ci sono ancora tante partite da giocare, sia in Italia sia in Europa. L’arrivo di Luciano Spalletti non fa altro che aumentare la fiducia che già nutriamo nella nostra squadra“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *