Fiorentina-Udinese 1-0: le parole di Pioli nel post-partita del Franchi

Vittoria preziosissima per la Fiorentina di Stefano Pioli. I Viola sono riusciti ad imporsi sull’Udinese davanti al pubblico dell’Artemio Franchi, col risultato di 1-0-. Il gol che ha posto fine alle ostilità porta la firma di Marco Benassi: al minuto 73,  il centrocampista classe 1994 ha propiziato una vera e propria magia del figlio d’arte Federico Chiesa, spiazzando Scuffet con un destro secco. I bianconeri, guidati dal tecnico spagnolo Velasquez, dopo il pareggio ottenuto in rimonta col Parma la scorsa settimana, subiscono, così, la prima sconfitta stagionale. Ben diversa la situazione per il Club di Della Valle, che ottiene la seconda vittoria consecutiva; de facto, squadra a punteggio pieno, se consideriamo la partita con la Sampdoria che sarebbe dovuta giocarsi nell’ambito della prima giornata, ma che è stata poi posticipata a data da destinarsi per la tragedia del ponte Morandi. L’impressione è che i Viola abbiano tutte le intenzioni di migliorare la propria condizione di classifica rispetto allo scorso anno.

Stefano Pioli, allenatore della Fiorentina, ai microfoni di Sky Sport ha commentato così la prestazione dei suoi ragazzi: “È stata una gara sofferta, ma siamo stati lucidi e intelligenti. Dopo aver vinto una partita 6-1 potevamo essere più leggeri, invece siamo sempre stati sul pezzo e abbiamo dimostrato le nostre qualità” ha spiegato Stefano Pioli ai microfoni di Sky Sport. L’allenatore poi ha p

Pioli
Stefano Pioli. fonte: www.bolognafc.it

arlato di Federico Chiesa: “Siamo fortunati ad avere tanti giocatori di qualità, dobbiamo essere sempre molto pericolosi. Chiesa è in crescita, ma non deve pensare ora al suo futuro. Sta lavorando bene, il resto non deve interessarci”. Ciò che intriga di più di questa squadra è la giovane età: “Siamo molto giovani e spesso ci capiamo quanto basta. La nostra crescita sta tutto nel lavoro, nel divertimento e nella voglia di stare insieme. Ora dobbiamo sfruttare bene questa sosta, al rientro ci sarà il Napoli che è un avversario molto difficile. Spero che i convocati in Nazionale giochino, altrimenti hanno perso solo tempo”.