Inter-Parma 0-1, le pagelle nerazzurre: Candreva ispirato, Keita rimandato

L’Inter perde la seconda partita su quattro e rende la sua posizione molto critica, alla viglia dell’esordio in Champions.

Candreva all'Inter - Fonte immagine: sassuolocalcio.it
Candreva – Fonte immagine: sassuolocalcio.it
Oggi la mancanza di un attaccante di peso e un centrocampo non brillantissimo hanno rallentato la squadra e aggravato la situazione.

Handanovic 6: sull’eurogol non ha colpe, ma offre comunque buone parate, uno dei pochi a salvarsi. 

D’Ambrosio 6: con Candreva si esprime bene e l’intesa non manca, è abbastanza attento in entrambe le fasi e si merita la sufficienza, esce per infortunio.  (71’ Asamoah 6)

De Vrij 6: bene il difensore che si rende pericoloso anche in area avversaria, riesce a tenere bene dietro e l’intesa con il compagno cresce. 

Skriniar 6: anche oggi esce a testa alta, è una sicurezza in difesa e averlo è sempre un punto in più, attento anche sui calci d’angolo. 

Dalbert 6: oggi per la prima volta riesce a offrire una prestazione sufficiente, nel complesso non sbaglia le fasi e offre anche qualcosa in avanti. 

Gagliardini 6: il centrocampista è in forma, ci mette del suo anche se non tutto gli riesce, in mezzo al campo oggi la squadra ha deluso ma l’italiano si conquista comunque la sufficienza. 

Brozovic 5,5: troppi alti e bassi, palle perse, posizione non sempre ottimale, il croato oggi non riesce ad essere l’arma in più a centrocampo 

Nainggolan 6: perno del centrocampo, non va oltre il sei ma comunque non delude, prova anche a superare la difesa schierata del Parma con tiri da fuori, appena sistemerà anche la forma fisica sarà l’arma in più 

Candreva 6,5: il gol contro il Bologna sembra averlo rivitalizzato, ha più idee, più voglia, e risulta di maggiore aiuto in mezzo all’area, l’intesa con D’Ambrosio c’è e gioca una buona partita. (59’ Politano 5,5)

Perisic 6: un sei politico per il croato che comunque ci prova e cerca di rendersi sempre pericoloso, poteva fare qualcosa in più ma è comunque salvo. 

Keita 5: chiamato a sostituire Icardi, non riesce a incidere sotto porta e non si fa valere quanto dovrebbe, una partita sotto tono e poco producente  (46’ Icardi 5)

Spalletti 5,5: è evidente che questa squadra ha dei problemi, bisogna capirli e risolverli subito, bisogna trovare una quadratura il prima possibile e dare una nuova identità perché rimangono sempre troppo lenti, guai a perdere altri preziosissimi punti.