Juventus-Fiorentina 3-2, pagelle viola: chi non tira mai non può vincere; Montella è alla frutta

La Fiorentina esce dalla “Stadium” con una sconfitta maturata dopo essere andata in vantaggio per prima, e dopo aver ricevuto, per la prima volta nella sua storia, contro la Juve, a Torino, 2 rigori a favore, peraltro netti.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

La squadra di Montella è ai titoli di coda, con poche velleità e pochissima capacità realizzativa.

I viola tengono palla e fraseggiano bene ma non tirano mai in porta e spesso hanno delle pause mentali in fase difensiva.

PAGELLE FIORENTINA

NETO 6: sui gol non ha colpe ma ultimamente, spesso, non trattiene il pallone su tiri non difficili (userà l’olio sui guanti?)…

SAVIC 5: Llorente segna con lui che lo contrasta in ritardo. Tevez realizza il terzo gol mandandolo a vuoto. Può solo migliorare.

GONZALO RODRIGUEZ 5: protagonista nel bene e nel male ma, in conclusione, ha sbagliato molto. Si fa ammonire e sarà squalificato. Realizza il gol del vantaggio ma poi sbaglia il secondo tiro dal dischetto calciando forte e senza mira. Sul terzo gol della Juve va a vuoto a centrocampo e lascia a Tevez una prateria verso la porta.

BASANTA 4,5: salta a vuoto sul cross che porta in vantaggio la Juve, Tevez è bravo ma è solo perché lui è 2 metri davanti. Giocatore involuto.

ALONSO 6: mette molto in apprensione la Juve e contrasta bene le discese sulla fascia.

JOAQUIN 6,5: nonostante ad un certo punto non avesse più fiato, è stato la spina nel fianco della difesa bianconera. Uno dei migliori della viola

MATI FERNADEZ 5: lento, disorientato, altalenante fra giocate di classe ed errori incomprensibili. Con calciatori come lui non si arriva da nessuna parte.  (dal 31′ s.t. BORJA VALERO 6: fa sempre il solito gioco ma è stato un po’ più incisivo)

BADELJ 5: tiene la posizione ma è inferiore ai centrocampisti bianconeri.  Limitato nella visione di gioco e nella fase di rilancio.

AQUILANI 6: contrasta con impegno e efficacia, cerca anche la profondità. Commette, come suo solito, anche diversi errori banali.

SALAH 5,5: quando non ha chi gli fa da sponda per un 1-2 veloce e quando non viene supportato dal centrocampo nell’azione in velocità finisce per essere poco utile.  (dal 36′ s.t. ILICIC 6,5: realizza un gran bel gol su punizione e cerca comunque di portare un po’ di concretezza)

MARIO GOMEZ 5: non si vede, i tocchi della palla (di prima) sono lenti e gli scambi non sono precisi.  (dal 27′ s.t. GILARDINO 5: non cambia nulla in attacco, inesistente era e inesistente è rimasto)

Allenatore MONTELLA 5: bisognerebbe che negli allenamenti settimanali facesse provare le cose fondamentali: rigori, calci d’angolo, rimesse e punizioni. Una squadra che tiene molto palla ma che non fa mai un tiro in porta, è un bluff di gioco. La sua stagione è forse finita prima del tempo e l’impressione è che Firenze lo tolleri fino a che ci saranno gli specchi (su cui arrampicarsi) dell’Europa League.

Arbitro Sig. BANTI 6,5: vede tutto molto bene e non commette errori grossolani. Si fa dire da Allegri “Non farmi perdere un’altra partita” e questo è un grave sbaglio ma, si sa, la sudditanza ogni tanto riaffiora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy