Lazio-Petkovic: si andrà in tribunale

Petkovic Fonte: calciocatania (flickr.com)
Petkovic Fonte: calciocatania (flickr.com)
Mentre la Lazio si prepara ad affrontare gli ottavi di finale di Coppa Italia (domani sera all’Olimpico contro il Parma), Vladimir Petkovic prepara la sua personale battaglia contro il club capitolino. Il tecnico di Sarajevo infatti non ci sta. Ricevuto il ben servito da Lotito dopo aver firmato con la Federazione Svizzera per diventare, dal prossimo luglio, il CT dei rossocrociati, Petkovic è pronto ad impugnare il licenziamento per giusta causa appellandosi davanti al Tribunale del lavoro all’illegittimità del provvedimento del patron biancoceleste. Non solo, il tecnico serbo è intenzionato a richiedere anche i danni di immagine e quelli materiali alla società capitolina. L’intento del mister, supportato anche dal vice Manicone e dal fido Rongoni, anche loro messi alla porta da Lotito per gli stessi motivi di Petkovic, è quello di riabilitare la propria immagine nei confronti dell’opinione pubblica nonché della stessa Federazione Svizzera che, è inutile nasconderlo, non ha certo visto di buon occhio la querelle che si è venuta a creare tra la Lazio ed il neo CT degli elvetici. Proprio la tutela dell’immagine, infatti, è la chiave di lettura per analizzare il rifiuto della buona uscita proposta dalla dirigenza biancoceleste che ammontava a circa 200 mila Euro lordi da ripartire tra il mister, cui è stato proposto il 30% dell’ingaggio lordo spettante sino a giugno, e 90 mila Euro a testa per Manicone e Rongoni. Secondo quanto riporta l’edizione odierna de Il Messaggero, Petkovic sarà domani a Roma per incontrare il legale D’Onofrio e concordare la strategia difensiva. Insomma, un matrimonio, quello tra la Lazio ed il tecnico serbo, destinato a concludersi nel peggiore dei modi. In un aula di tribunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *