Milan-Roma 0-2, le pagelle dei rossoneri: Borini migliore in campo

San Siro un buon Milan é uscito sconfitto. Prova positiva per gli uomini di Vincenzo Montella che hanno tenuto testa ad una squadra piú forte, almeno sulla carta. Prestazione convincente di Borini che ha ricambiato la fiducia del suo mister. L’allenatore campano rimane ancora all’asciutto contro la Roma che non ha mai battuto in carriera.

La Curva del Milan
(Curva Sud Milan – foto: Salvatore Suriano)

Di seguito le pagelle dei rossoneri.

Donnarumma 6: compie un grande intervento su Florenzi che tiene in gara i rossoneri fino alle due reti subite su cui puó fare davvero poco.

Musacchio 6,5: partita di carattere. Ordinato per tutta la gara, nel momento in cui la Roma ha segnato si è sacrificato per difendere fuori dalla sua area di competenza, anticipando le offensive avversarie.

Bonucci 6,5: fa il capitano a 360°, ha e trasmette sicurezza in tutte le palle che gioca. Poi il finale è tragico, ma di certo la colpa non è sua.

Romagnoli 6: sufficienza piena. Ordinato come i suoi compagni di reparto. Fa il suo compito per bene, rimossa la prestazione negativa nella gara europea.

Borini 7: sta ricambiando la fiducia del suo allenatore come vice di Andrea Conti. Lo fa con una prestazione importante: carisma, discese e tanta buona volontá. Ulteriore passo in avanti dopo quanto visto giovedí sera e il pubblico ha apprezzato. (Dall’85’ Bonaventura s.v.).

Kessiè 6,5: sembra rinato in 3 giorni, non è il giocatore lento e impacciato che ha giocato contro il Rijeka. Ci mette il fisico, una forza in fase di interdizione e nel momento in cui avvia le azioni offensive dei suoi.

Biglia 6,5: detta il tempo del gioco, ottimi interventi in fase di interdizione. Si perde nel finale, ma è e rimane il faro per questo Milan.

Calhanoglu 6: cresce minuto dopo minuto trovando il giusto feeling con Andrè Silva. Si sacrifica nel finale per fermare Nainggolan: doppio giallo e prima espulsione stagionale per lui. Nel suo momento migliore.

Rodriguez 6,5: fisico, corsa, discese. Questo terzino è quello che mancava ai rossoneri e anche oggi si è visto. Cerca sempre la palla, la rincorre pur di levarla dai piedi degli avversari. Nel finale cala come il resto della squadra.

Andrè Silva 6,5: che dire: il pubblico osanna ogni suo tocco, lui risponde con qualche giocata che diverte il pubblico di San Siro. Va vicino al gol con una sassata dai 30 metri, ma poi dopo il doppio svantaggio non c’è stata piú occasione di vederlo allo stesso modo.

Kalinic 6: è il piú pericoloso per gran parte della gara, ma spreca due occasioni che avrebbero potuto cambiare le sorti del match. (Dall’82’ Cutrone: s.v.).

All. Montella 6: sufficienza piena, ha messo giú un Milan che nessuno si sarebbe aspettato. Le sue idee hanno tenuto testa ad una Roma sulla carta superiore. Risultato ingiusto, con il derby puó rifarsi egregiamente.