Presentato il nuovo stadio della Roma: avrà 60000 posti e sorgerà a Tor di Valle

Il 30 dicembre 2012 sarà una data da ricordare per i tifosi della Roma negli anni a venire.

Fonte immagine: Danilo Rossetti
Fonte immagine: Danilo Rossetti

Infatti, nella giornata di oggi è stato compiuto il primo passo ufficiale per la costruzione del nuovo stadio della Roma. L’annuncio è arrivato con una conferenza stampa congiunta tra l’AD Fenucci, il sindaco Gianni Alemanno e, dalla Florida, il presidente James Pallotta, il Global CEO Italo Zanzi ed il costruttore romano Luca Parnasi. Nel corso della presentazione, in pieno stile americano e davanti a fotografi e reporter, è stato firmato il contratto che legherà la Roma e Parnasi, proprietario del terreno su cui sorgerà la nuova casa giallorossa. La zona scelta, tra le molte vagliate, è quella di Tor di Valle, l’impianto avrà dai 50 mila ai 60 mila posti e dovrebbe essere inaugurato nella stagione 2016/2017. Di seguito le parole dei protagonisti:

Fenucci: “Lo scopo di questa conferenza è la presentazione dell’area individuata come sede del nostro impianto di gioco. Non mi dilungo molto sulla situazuine dei nostri stadi, tra i più vecchi d’ Europa. Credo che questa rappresenti un opprtunità unica per il calcio italiano, ci porterebbe al livello dei club europei. E anche sotto il profilo culturale, potrebbero rappresentare un rapporto diverso con i tifosi. La selezione è stata comunicata da tempo, con l’aiuto dell’advisor abbiamo esaminato più di 100 aree, fino alla selezione finale che andremo a presentare”

Alemanno: “Sarei venuto anche a piedi dall’altra parte del mondo per questo annuncio, questo è un momento molto atteso da parte della città di Roma. Sono contento di giungere a questa conclusione. Siamo stati vicini alla Roma sugli aspetti tecnici, nel rispetto dell’iniziativa privata che contraddistingue questo progetto. Il XII Municipio ha già dato un parere sull’area, guardiamo seriamente all’ansa del Tevere e al potenziamento dei mezzi pubblici. Queste erano le condizioni urbanistiche per questo intervento importante. i tempi? Abbiamo un anno di tempo per le procedure buorcatiche, per portare avanti le autorizzazioni. Se nel frattempo fosse approvata la Legge sugli Stadi potremmo farcela in otto mesi. E’ un segnale forte, Roma Capitale accompagnerà questo progetto”

Zanzi: “Siamo felici di dare un annuncio storico. Roma è una città di stadi, dal Colosseo all’Olimpico. Con l’annuncio odierno è un passo significiativo per dare una casa alla Roma. C’è ancora molto lavoro da fare, altri dettagli verranno resi noti nei prossimi mesi. Lo stadio sarà a Tor di Valle, la sede individuata come il risultato di un processo decisionale al quale ha partecipato Cushman e Wakefield. Puntiamo a inaugurarlo entro la stagione 2016/17, avrà 50/60000 posti, sufficienti per ospitare una finale di Champions League”

Pallotta: “E’ una giornata speciale per i tifosi e per la città di Roma. L’annuncio di oggi rientra nel piano di voler rendere un club di grande livello. E’ stato un processo lungo ma ben svolto nel corso dell’ultimo anno, è un segnale di fiducia anche nei confonti dell’Italia e della sua economia. Siamo stati fortunati a incontrare un partner speciale come Luca Parnasi”

Parnasi: “Realizzo un sogno. Sono orgoglioso e onorato di essere qui. E’ un progetto di importanza vitale per Roma, nel momento in cui l’Italia vive una crisi economica. Vi saranno risvolti occupazionali importanti. un irngraziamento va alle istituzioni che hanno dato un segnale importante: anche in Italia si possono dare vita a progetti di questa importanza. Non resta che rimboccarci le maniche, sono sicuro che sarà un bel lavoro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy