Ranieri verso SPAL-Roma: “Penso a Juan Jesus come esterno sinistro”

Claudio Ranieri ha parlato in conferenza stampa nell’antivigilia di SPAL-Roma. Il tecnico giallorosso ha analizzato a Trigoria il momento della squadra in vista della sua seconda partita con i capitolini in questa stagione. Ecco di seguito le parole di Ranieri:

Roma, Ranieri in conferenza - Fonte: Lorenzo Sambucci
Roma, Ranieri in conferenza – Fonte: Lorenzo Sambucci
Che indicazioni ha ricevuto dall’Empoli e dagli allenamenti?
Diciamo che la squadra ha risposto sufficientemente bene sulle prime cose chieste. Non posso chiedere molto di più perché cambiando non viene fatto tutto come vorrei, ma vedo buona predisposizione e concentrazione.

Schick e Dzeko in che sistema giocherebbero insieme?
Non conta, basta che si riconoscano nelle loro posizioni e possano fare il meglio. La squadra deve essere compatta e con equilibri.

Come stanno Kolarov e Zaniolo? Il sostituto di Florenzi è Karsdorp o Santon?
Devo valutare tutto oggi e domani, sia Kolarov sia Zaniolo non si ono allenati e questo li lascia molto in dubbio. Santon e Karsdorp sono entrambe buone idee.

In base a Dzeko e Schick ci saranno esterni meno offensivi?
Non sono scelte relative, ma importanti in base a come stanno i giocatori e all’avversario. Situazione che vanno equilibrate.

Fazio è stato deficitario nel rendimento. È uno dei pezzi da novanta di cui parlava?
Fazio per me è un pezzo da novanta, ci sta che in una parte di campionato abbia un momento “no”. È intelligente, sa leggere bene l’azione. Dovrebbe stare bene, ieri si è allenato e oggi si allena.

Lei ha parlaton di coraggio, ma la paura è degli infortuni. È un problema che vede nei giocatori?
Come ha fatto Di Francesco bisogna stare attenti. Un po’ i giocatori si fanno male, in più di carattere sono ansiogeni. Zaniolo non ha avuto nulla al polpaccio, ma una botta alla caviglia gli crea un problema alla corsa che si ripercuote nel polpaccio che si indurisce e induce al cambio. È logico che vado avanti col mio programma, ma stando attento a chi ha dei piccoli problemi che non devono essere grandi. Vedo Under negli spogliatoi, non va in nazionale ed è una cosa positiva, lo vorrei pronto dopo la sosta.

Spesso dice ai giocatori di non avere paura. C’è quindi una componente di paura psicologica?
Dalla Roma ci si aspetta sempre tanto. Io vengo dopo due sconfitte consecutive, senza giocatori imoortanti in campo e con giocatori che nn hanno mai giocato insieme. Perciò anche se sbagkiano non mi interessa, voglio una squadra senza condizionamenti.

Quanto è importante stare corti e non cadere nl tranello tattico della SPAL?
Ho visto la partita d’andata e altre della SPAL, sono molto bravi a prenderti in velocità e cercheremo di stare attenti e compatti.

Immaginava questa situazione prima di arrivare? Qualche giocatore si sente di passaggio?
Sapevo più o meno perché avevo letto. Non so di giocatori che si sentano di passaggio e anche se si sentissero così dovrebbero essere motivati a fare di più per mettersi in mostra sul mercato.

Ha confermaro il dubbio sulle condizioni di Kolarov. La SPAL ha Lazzari. A che scelta ha pensato in quella posizione?
Potrebbe esserci Juan Jesus come esterno sinistro, se non ricordo male ha giocato in quel ruolo con me all’Inter. Vi volevo dire che sabato con la SPAL ricorderemo Taccola, io sono entrato nella Roma vedendo lui e la sua morte allo stadio nel ’69 mi colpì molto.