Serie A, il pagellone 2014-2015: il Parma

Arrivato ultimo in classifica a 19 punti, il Parma saluta la serie A e una stagione negativa cominciata a luglio 2014, quando la società si vide negare la licenza UEFA poiché non in regola con alcuni pagamenti IRPEF, e culminata a marzo 2015 con la dichiarazione ufficiale di fallimento.

parma
(Ultras Parma a San Siro – Foto: Salvatore Suriano)

Da sesto posto, con conseguente qualificazione in Europa League, a ultimo posto e retrocessione in B: in meno di dodici mesi un ciclone ha travolto questo club che negli anni 90 era uno dei migliori in Italia (basta ricordare la vittoria della Coppa Italia nel 1992; della Supercoppa Europea nel 1994 e della Coppa UEFA nel 1995). Le dimissioni di Ghirardi (ex presidente) nel maggio del 2014, i guai finanziari, la risoluzione del contratto da parte di Cassano, i punti di penalizzazione, il prossimo addio di altre importanti pedine (Mirante, Coda, Josè Mauri e Feddal, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport): tasselli di un puzzle ancora non del tutto ricomposto. Apparentemente sarebbe facile dare un voto ad una squadra retrocessa. Ma dietro c’è molto di più: responsabilità oggettive di cui non esclusivamente la squadra deve essere incolpata. Calciatori che hanno continuato a giocare con impegno (basti pensare alla vittoria sulla Juventus), nonostante il mancato pagamento dello stipendio; un allenatore (Donadoni) ed un capitano (Lucarelli) che più di una volta hanno messo la faccia davanti ai tifosi ed ai giornalisti, non meritano di essere bollati con un 3 o con un 4. Per questo, il pagellone del Parma, inteso come squadra, non s’ha da fare.

DIFESA: SV.

CENTROCAMPO: SV.

ATTACCO: SV.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy