L’ Atalanta beffa il Sassuolo 2-1: Denis guida la vittoria

La 30 esima giornata di Serie A vede trionfare l’Atalanta allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” contro un Sassuolo decisamente sottotono che non ha interpretato certo una buona prestazione in trasferta, complice anche una formazione casalinga compatta ed ordinata che non ha concesso agli avversari di ingranare la solita marcia.

Fonte immagine: Luigi Chiesa
Fonte immagine: Luigi Chiesa

I nerazzurri infliggono agli emiliani una cocente doppietta firmata German Denis: un “Tanque” che quest’oggi si scrolla di dosso le tensioni accumulate e si ritrova in splendida forma  trascinando la Dea alla vittoria e centrando un importante trionfo che non arrivava dal lontano 1 febbraio, in occasione del match contro il Cagliari, battuto 2-1 dalla formazione bergamasca, allora allenata da Colantuono. Iniezione di fiducia per l’Atalanta, che sale a quota 29 punti ma resta ancorata alla zona calda della classifica; debacle invece poco significativa per il Sassuolo, reduce dalla vittoria contro il Chievo e sicuro, con i suoi 35 punti, di raggiungere la quota salvezza.

PRIMO TEMPO- match estremamente vivace e divertente fin dai primi minuti di gioco: entrambe le formazioni, disposte in modo omogeneo in campo, si affrontano a viso aperto concedendo ghiotte occasioni per penetrare nella difesa avversaria altrui. Con lo scorrere dei minuti cala però l’intensità del Sassuolo, che punta poco a costruire l’azione ma tenta di impostare un match tattico capace di arginare le folate offensive dei nerazzurri e gestendo un possesso palla alquanto sterile ai fini della conclusione in porta. Sembra invece girare a perfezione la giostra della Dea: la formazione orobica impegna subito i neroverdi di Di Francesco, costringendoli a rientrare nella propria trequarti campo ed a provare elaborate soluzioni dalla lunga distanza. La squadra di Reja emerge e impone ben presto il proprio netto predominio: sul terreno di gioco è presente un’unica formazione, quella nerazzurra. Soltanto la prodezza di Consigli, sempre attento e rigoroso, impedisce ai bergamaschi la gioia del gol, accarezzato al 10′ da Gomez, che impatta un difficile pallone all’interno dell’area di rigore e scaraventa freddamente in porta. La formazione emiliana, che ci ha abituato ad un grande gioco, non riesce a replicare i propri numeri e resta impietrita dinanzi alla qualità dell’Atalanta, che gira bene palla e costruisce sulle fasce, sprecando anche numerose occasioni da gol con Denis, che di testa, sfrutta un cross di Dramè ma non riesce a sbloccare il risultato. Ma la fortuna aiuta gli audaci ed al 42′ giunge la rete che infrange i fragili equilibri del match: un cross ben calibrato di Moralez accende il guizzo di Denis, che si tuffa in rovesciata e sigla il suo quinto gol in stagione, dopo un lungo digiuno.

 

Fonte: Liotro - flickr.com
Fonte: Liotro – flickr.com

SECONDO TEMPO- nella ripresa calca il terreno dello stadio “Atleti azzurri” una squadra con un piglio differente: il Sassuolo prova a ribaltare un match complicato e Di Francesco sceglie di giocare il proprio asso nella manica. Con l’ingresso in campo di Zaza, i neroverdi prendono coraggio e innescano una, seppur macchinosa, manovra offensiva completamente assente nel corso della prima frazione di gioco. I romagnoli riprendono le redini del match e al 59′ trovano il gol che riapre la partita e riporta il risultato in perfetta parità: lo squillo di tromba che desta il Sassuolo giunge da Berardi, che col il destro a giro trasforma in gol la splendida azione di Sansone, lesto ad agganciare un prezioso pallone a centrocampo e partire in progressione offensiva. La gara si accende, lo stadio diventa una bolgia e le emozioni non finiscono qui: se il Sassuolo si rende incapace di tentare l’affondo, un’Atalanta molto più cinica e determinata assesta la sferzata vincente che chiude il match. La soluzione arriva stavolta da Moralez, che conquista un calcio di rigore, dopo essere stato atterrato da Brighi: dal dischetto si prepara Denis che non manca il bersaglio e porta la Dea sul 2-1. Tutto da rifare per la formazione ospite, costretta anche a giocare in 10 uomini dal 71′ per l’espulsione di Missiroli. Non si accende la scintilla degli emiliani, quest’oggi privi di idee, lucidità e continuità, neppure sul finale: le timide incursioni neroverdi non impensieriscono la Dea e la conclusione, abbondante e imprecisa di Zaza, si spegne oltre la traversa condannando il Sassuolo, artefice di una prestazione opaca, all’inevitabile sconfitta.

FORMAZIONE ATALANTA (4-2-3-1): Sportiello 6; Dramé 6; Biava 5; Stendardo 5,5; Benalouane 6; Cigarini 6; Carmona 6; Gomez 6,5; Moralez 6,5; Zappacosta 6; Denis 7.

FORMAZIONE SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6; Gazzola 5,5; Cannavaro 5,5; Acerbi; Longhi 5; Brighi 5,5; Missiroli 5; Biondini 6 ; Berardi 6,5; Floccari 6; Sansone 6.

MARCATORI: Denis (42′ e 63′) per l’Atalanta; Berardi (59′) per il Sassuolo.

AMMONITI: Biava (22′ e 81′), Carmona (55′), Cigarini (67′)per l’Atalanta; Missiroli (65′ e 71′) per il Sassuolo.

ESPULSI: Biava (A) e Missiroli (S).

ARBITRO: Daniele Doveri (sez. Roma).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy