Udinese-Lazio 0-1, Basta e Parolo trascinano i capitolini: le pagelle biancocelesti

Una buona Lazio esce con tre punti dal Friuli di Udine al termine di una partita combattuta con i biancocelesti che hanno il demerito di non chiudere anticipatamente nonostante le occasioni per siglare il due a zero, lasciando così il risultato in bilico fino al termine.

Candreva. Fonte: credit foto AC Siena
Antonio Candreva (Fonte: credit foto AC Siena)
Decide il match un rigore di Candreva. Ecco le pagelle dei capitolini:

Berisha 6: spettatore non pagante;

Basta 7,5: in assoluto il migliore in campo. Copre la fascia decine di volte. Pericolosissimo quando attacca, sempre attento nella fase difensiva. Ennesima ottima prestazione;

De Vrij 6,5: ancora una buona prova per il centrale olandese;

Mauricio 6,5: partita decisa e concentrata. Finché non torna Gentiletti, deve essere lui la spalla di De Vrij;

Radu 5,5: il peggiore del pacchetto arretrato biancoceleste. Discreto quando c’è da coprire, ma quando ha il pallone tra i piedi è decisamente disastroso;

Biglia 5: ennesima partita sottotono del regista argentino che sbaglia praticamente tutto;

Onazi 5: irruento e spesso deconcentrato, rimedia un cartellino giallo a metà primo tempo per un inutile fallo a centrocampo continuando, per tutta la frazione di gioco, con interventi al limite. Pioli lo lascia negli spogliatoi all’intervallo;

Parolo 7: ennesima partita di livello per il centrocampista della Nazionale. Tiene da solo il centrocampo. Difende, recupera un numero infinito di palloni e supporta costantemente la manovra con le sue giocate ed i suoi inserimenti. Imprescindibile;

Candreva 6: non è il miglior Candreva di stagione ma è comunque sempre in grado di dire la sua. Trasforma il rigore e si rende protagonista di qualche altra giocata di qualità;

Felipe Anderson 5: lontano parente del fuoriclasse ammirato prima dell’infortunio. Sullo 0-1 si divora un gol praticamente fatto;

Klose 6: il peso dell’attacco biancoceleste è tutto sulle sue spalle. Ma il tedesco ha l’esperienza e la classe necessaria per farlo. Si procura, per altro, il rigore che vale tre punti;

Cataldi 4,5: Pioli lo manda in campo ad inizio ripresa per sostituire Onazi e lui finisce per far rimpiangere il nigeriano. A differenza di Biglia, lui le sbaglia proprio tutte favorendo per altro un paio di occasione per i friulani;

Keita 5: il tecnico capitolino lo manda in campo per sostituire, a sorpresa, Candreva anziché Felipe Anderson. Prova a fare qualcosa, ma sbaglia anche le cose elementari;

Perea s.v.

Pioli 5,5: non è la migliore Lazio di stagione. Anzi, è evidente il periodo di appannamento. I capitolini partono male, si riprendono dopo il gol del vantaggio ma vanno chiaramente in riserva negli ultimi venti minuti. Complici i cambi sbagliati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy