36° Giornata Serie B: Trapani-Ascoli 4-3

Trentaseiesima giornata di Serie B che vede affrontarsi il Trapani di Serse Cosmi che ospita l’Ascoli di Devis Mangia: siciliani a caccia di tre punti per il terzo posto, marchigiani che vogliono sigillare la salvezza.

Fonte: Giovanni Mazzola
Fonte: Giovanni Mazzola

Al 4′ prima occasione della gara per gli ospiti, con il bomber Cacia che da buona posizione calcia però debolmente senza impensierire Nicolàs; al 15′ Trapani in vantaggio: serie di corner consecutivi per i padroni di casa, al terzo tentativo è Pagliarulo ad approfittare di un rimpallo e battere da due passi Lanni. Al 23′ ancora squadra di Cosmi in avanti, con Petkovic che servito da Eramo costringe Lanni alla parata; passa un minuto e ci prova anche Scognamiglio di testa, palla che termina alta. Alla mezz’ora raddoppio del Trapani: Lanni in uscita travolge Pagliarulo che lo anticipa di testa, calcio di rigore battuto da Citro, Lanni neutralizza ma sulla ribattuta ancora Citro insacca. L’ Ascoli reagisce ed in due minuti pareggia la gara: al 37′ Cacia conquista e realizza un calcio di rigore per fallo di Pagliarulo, al 39′ è Altobelli con un tiro dal limite che trova un Nicolàs imperfetto a siglare il pareggio. L’ Ascoli ci crede ed al 42′ colpisce una traversa con un tiro dai 25 metri di Addae.
Nella ripresa al 53′ ci prova Citro dalla distanza, ma Lanni si fa trovare pronto; al 58′ Barillà tutto solo davanti a Lanni preferisce l’assist per Citro, chiude in angolo Canini. Al 69′ ci prova l’Ascoli, con la rovesciata di Cacia che viene messa in angolo da Nicolàs. Passano due minuti ed il Trapani passa in vantaggio, con la rete dell’ex Montalto in girata, ma sull’azione successiva nuovo rigore per l’Ascoli, ancora per fallo di Pagliarulo su Cacia che dal dischetto non sbaglia. Al 76′ ancora bianconeri all’assalto, con la conclusione di Petagna respinta da Nicolàs; all’82’ il Trapani torna di nuovo in vantaggio, con Citro che non controlla bene, arriva sulla palla vagante Nizzetto che di sinistro batte Lanni. All’86’ Ascoli in dieci per un brutto fallo di Addae; al 95′ ci prova Barillà dal limite dell’area, para a terra Lanni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *