Aston Villa, quest’anno è dura salvarsi: con Garde non cambia la situazione

Situazione molto complicata per i Villans che si trovano in lotta per la salvezza ma in crisi di gioco e punti. La Championship è uno spettro.

Aston Villa, Premier League
Fonte: Marc, Sum_of_Marc, Flickr.com

L’ex allenatore del Lione, arrivato per sostituire Sherwood sulla panchina dell’Aston Villa, non ha cambiato il momento già molto negativo della squadra che ha venduto Benteke al Liverpool senza averlo rimpiazzato a dovere. L’attacco non è competitivo, la difesa prende troppi gol. Dalla vittoria contro il Bournemouth dell’8 agosto, solo risultati negativi. Nemmeno una vittoria, se non quelli in League Cup ai supplementari contro il Notts County e per 1-0 contro il Birmingham molto sofferto. Anche dalla seconda coppa inglese i Villans sono poi eliminati per mano del Southampton. In Premier League, invece, la squadra ha raccolto solamente 5 punti, l’ultimo nello 0-0 contro il Manchester City, l’altro a fine agosto nel 2-2 contro il Sunderland. L’ultimo posto li vede affrontare una situazione che il nuovo allenatore Remy Garde non ha migliorato. Tonfo pesantissimo con l’Everton, 4-0 a Goodison Park, poi sabato crollo nello scontro diretto con il Watford Alcuni buoni giocatori non bastano, la crisi è profonda e la Championship dietro l’angolo. Rimedi? Il mercato di gennaio potrebbe salvare questa squadra dalla retrocessione dopo ben ventisette anni di gloria nella massima divisione inglese, oggi il campionato più bello del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *