Bologna-Inter, gara scoppiettante: 0-1, nerazzurri in dieci centrano la vittoria

L’Inter di Mancini ha incontrato, stasera, allo stadio “Dall’Ara” il Bologna per la 10° giornata di serie A.

Mauro Icardi (fonte: www.inter.it)
Mauro Icardi (fonte: www.inter.it)

Con una prestazione non del tutto convincente i nerazzurri hanno centrato la vittoria, nonostante avessero l’uomo in meno.

Via al primo tempo con l’ottima partenza dei padroni di casa, Diawara lancia per Mounier che anticipa Juan Jesus, ma non riesce a raggiungere il pallone sotto porta per pochissimi centimetri. I movimenti rapidi del Bologna mettono in crisi gli esterni dell’Inter, che concedono troppo spazio agli avversari. Dopo un avvio movimentato, i tiri a porta scarseggiano, soprattutto da parte dell’Inter, con Icardi quasi mai servito; più presente in campo invece Ljajic che prova in più occasioni ad entrare in area di rigore. L’Inter dal 30′ prova ad alzare i ritmi, spingendo in avanti, ma non c’è nessuna vera occasione da gol. Il Bologna invece riprende fiato dopo lo sprint iniziale, affidando al tridente d’attacco le ripartenze. I nerazzurri alternano sprazzi di bel gioco a momenti di buio e disordine, Mancini riprende i suoi giocatori dalla panchina, chiedendo soprattutto di far girare palla e di essere più dinamici. La prima frazione di gioco termina sullo 0-0.

Si riparte, il Bologna ricomincia col pressing e una bella azione di Mounier che cerca Mancosu con un passaggio filtrante, ma Juan Jesus chiude tutto. Felipe Melo si fa espellere per due gialli, il brasiliano è autore di due falli su Rizzo a distanza di pochi minuti e salterà la partita contro la Roma. Inter dunque in dieci, aggravante di un match non proprio facile. La reazione dei nerazzurri però è sorprendente, con l’uomo in meno trovano coraggio e rispondono con orgoglio e aggressività. L’inferiorità numerica li spinge a fare meglio e al 60′ Perisic serve Ljajic, che si libera di Gastaldello e regala un pallone perfetto ad Icardi, che a distanza ravvicinata porta i nerazzurri in vantaggio. Il match cambia aspetto, ora è l’Inter padrona del campo, nonostante l’espulsione di Melo, e il Bologna commette una serie di errori e piccole sviste, fatali per l’andamento della partita. Nel finale i padroni di casa provano un assedio nell’area di rigore degli avversari, ma la reazione è davvero debole e, ad eccezione di un’azione pericolosa di Destro all’ultimo minuto di recupero, la squadra di Mancini non riscontra particolari problemi, chiudendo la sfida e portando a casa i 3 punti. Ora l’Inter è prima in classifica, in attesa delle partite di domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *