Bologna-Sampdoria 3-2: la sfida salvezza è vinta dai rossoblu, Montella rischia

BOLOGNA – Allo stadio “Dall’Ara” scendono in campo, per la ventiduesima giornata di Serie A, Bologna-Sampdoria. Donadoni si affida al tridente Mounier-Destro-Giaccherini. Montella lancia subito titolare la difesa coi nuovi acquisti: Sala, Ranocchia e Dodò.

Mattia Destro (Fonte: BolognaFc.it)
Mattia Destro (Fonte: BolognaFc.it)

Partono forte i rossoblu che colpiscono il palo dopo sei minuti: su un corner da sinistra Destro salta e colpisce il palo interno, poi Viviano si salva. Al 12° il Bologna passa in vantaggio: grande azione sulla destra di Donsah, cross al centro per Mounier che gira sotto la traversa. A metà frazione Donsah carica il destro potente che Viviano deve respingere. Il ghanese è una furia ed al 23° raddoppia: rinvio sbagliato di Ranocchia proprio sui suoi piedi che dal limite trafigge Viviano. La prima conclusione della Sampdoria è di Muriel che finisce largamente lontana dalla porta. Alla mezz’ora gol annullato a Destro che prima di insaccare ha controllato il pallone col braccio. Al 31° ammonito Fernando per un tackle da dietro su Taider. La Samp prova a riversarsi nella metàcampo avversaria nel finale di tempo, ma i felsinei difendono con ordine. Il primo tempo finisce 2-0.
Si riparte con Montella che inserisce Silvestre per Barreto. Stesso monologo della prima frazione: dopo due minuti Donsah mette al centro per Destro che si gira e trova la risposta di Viviano. La Sampdoria accorcia improvvisamente le distanze al 9°: Muriel riceve da Soriano, salta Gastaldello e in diagonale batte Mirante. Ancora blucerchiati in contropiede: Correa serve il solito Muriel che dal limite calcia e trova pronto Mirante. Al quarto d’ora entra Rizzo per Donsah. Ammonito Ivan che trattiene la maglia di Masina a centrocampo. Giallo anche per Mounier che interrompe il contropiede di Dodò. Al 19° ammonito anche Silvestre che atterra Destro a centrocampo. Altro cambio: entra Brighi per Mounier. A metà ripresa Gastaldetto atterra Muriel al limite: ammonizione e punizione di Fernando tra le braccia di Mirante. Alla mezz’ora azione in velocità della Sampdoria, ma il destro di Fernando è da dimenticare. Entrano Floccari per Giaccherini e Alvarez per Soriano. Al 35° arriva il pareggio doriano: cross da sinistra di Dodò per Correa, che prima trova la risposta di Mirante e poi lo batte. Al 39° entra Coda per Dodò. Un minuto dopo corner Bologna: il colpo di testa di Destro sbatte sul braccio di Alvarez, Fabbri fischia il rigore ed ammonisce Correa per proteste, dal dischetto il numero 10 non sbaglia. Nel primo dei cinque minuti di recupero Oikonomou atterra Muriel al limite: ammonizione e Fernando trova ancora pronto Mirante. Finisce 3-2, ora Montella rischia sia la panchina sia la posizione in classifica, con la Serie B vicina.

IL TABELLINO:
BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Rossettini, Oikonomou, Gastaldello, Masina; Donsah (60° Rizzo), Diawara, Taider; Mounier (66° Brighi), Destro, Giaccherini (75° Floccari). A disposizione: Da Costa, Ferrari, Morleo, Stojanovic, Maietta, Pulgar, Mbaye, Crisetig, Brienza. Allenatore: Donadoni.
SAMPDORIA (4-2-3-1): Viviano; Sala, Moisander, Ranocchia, Dodò (84° Coda); Barreto (46° Silvestre), Fernando; Ivan, Soriano (75° Alvarez), Correa; Muriel. A disposizione: Puggioni, Brignoli, Skriniar, Christodoulopoulos, Pereira, Krsticic, Rodriguez, Palombo, Cassano. Allenatore: Montella.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna.
MARCATORI: Mounier al 12°, Donsah al 23°, Muriel al 54°, Correa all’80°, Destro all’87° su rigore.
AMMONITI: Fernando, Ivan, Mounier, Silvestre, Gastaldello, Correa, Oikonomou.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *